Zerobotics, Messina nello spazio grazie ai ragazzi del Verona Trento

L’evento, previsto per il prossimo 18 gennaio, sarà seguito dagli studenti grazie ad un collegamento in diretta tra Mit e Iss

squadra verona trento zeroboticsPrima la qualificazione al campionato internazionale, poi la fase 2D, quella 3D, le alleanze con la Team  Kuhlschrank del New Jersey e la Haverhill Robotics del Massachussets. Adesso, per i ragazzi del Verona Trento impegnati nel team del Wall-E 3.0, è il momento dell’attesa: i giovani programmatori di Messina produrranno, con i partner d’oltreoceano, un software che sposterà nello spazio i micro satelliti prodotti dalla Nasa e denominati Spheres. Una sfida importante, che i componenti dell’istituto tecnico industriale vogliono onorare fino in fondo, guidati dall’esperienza del proprio docente, il prof. Giovanni Rizzo, affiancato nei suoi sforzi dalla prof.ssa Eliana Bottari. A loro – Davide Ventaglio, Davide Dell’Acqua, Davide Segullo, Alessio Donato, Maurizio Raneri, Giuseppe Venuto, Vittorio Gatto, Manuel Fleri, Francesco Santoro ed Emanuel Sorrenti – l’in bocca al lupo della nostra redazione.