Villa S.G. (Rc), il sindaco è stato ricevuto in Prefettura

prefettura_reggiocDopo la lettera del Sindaco inviata ai vertici dell’ASP, nella quale il primo cittadino lamentava il disagio dei cittadini villesi e dell’hinterland impossibilitati a ricevere le prescrizioni sanitarie da parte dei medici di base, da mesi senza ricettari. Il Sindaco di Villa San Giovanni, Dr. Antonio Messina è intervenuto ieri, ancora una volta sull’argomento, esprimendo in Prefettura le cogenti problematiche oggetto di vibrate proteste da parte dei medici di base i quali non sanno più a che Santo rivolgersi. (Lunedì mattina intanto, è previsto un incontro sindacale tra tutto i medici di base per discutere sul da farsi). Nella mattinata di ieri il Sindaco è stato ricevuto dal Dr. Francesco Silvio Campolo in Prefettura. All’alto funzionario, ha dettagliatamente esposto le lamentele reiterate che da mesi arrivano al suo ufficio, in particolare da parte dei medici di base. Il Sindaco “nell’esprimere ancora una volta solidarietà ai medici di base, ritiene la questione assolutamente grave, in quanto da più di un anno, che l’ASP competente è a conoscenza della suddetta problematica. Si ritiene pertanto assurdo che ancora ad oggi non sia stato affrontato in maniera incisiva il problema, anzi, si rischia di arrivare fino a fine anno senza che i medici e gli utenti possono usufruire di quanto previsto dal sistema sanitario. Tutto ciò, anche in considerazione della proposta avanzata dai medici di base, di utilizzare eventualmente i ricettari (bianchi) dei singoli studi medici, preventivamente autorizzati dall’ASP, almeno fino alla risoluzione della suddetta problematica. Mentre si assiste al trascorrere del tempo in maniera infruttuosa, i medici continuano a lavorare in assoluta precarietà, ma soprattutto i pazienti non riuscendo a usufruire del normale servizio del sistema sanitario, subiscono un grave danno sulla propria salute. Si chiede pertanto una presa di posizione all’ASP Regionale, richiamando in tal senso il governatore Oliviero ad un intervento immediato e risolutivo della problematica, anche attraverso l’autorizzazione, se pur provvisoria, all’utilizzo dei ricettari (bianchi), dei singoli studi dei medici di base. Anche di questo, comunque, si troverà l’occasione di discutere nella riunione dell’Osservatorio ambiente e salute convocata dal Sindaco per lunedì sera,  al fine di rendere operativo il suddetto osservatorio, con la nomina da parte dei medici di base, dei due componenti che ne faranno parte, e sulle iniziative da intraprendere, per dare un impulso effettivo, al fine di accelerare l’iter di consegna dei ricettari, che tanti problemi e malumori hanno suscitato e continuano a suscitare tra le famiglie e, tra i medici di base. I quali, chiaramente, dichiarano di essere solidali e dalla parte delle famiglie”.