Trofeo D’Aguanno, positiva la partecipazione dei giornalisti calabresi

ussi 2015La partecipazione dell’Ussi Calabria alla settima edizione del Trofeo “Alberto D’Aguanno” è stata considerata positiva, non solo per i risultati tecnici conseguiti, ma anche per i significativi momenti di qualificazione e aggregazione vissuti con i giornalisti sportivi provenienti da diverse regioni (Abruzzo, Molise, Sardegna, Puglia, Lazio e Umbria), grazie ad un convegno svoltosi nella prima giornata. Sui campi del centro sportivo “Giulio Onesti” dell’Acquacetosa di Roma si sono ben disimpegnati i seguenti giornalisti calabresi: Giuseppe Meduri, Francesco Scopelliti, Giuseppe Laganà, Francesco Legato (capitano), Giovanni Polimeno, Massimo Calabrò, Giuseppe Foti, Giuseppe Praticò, Danilo Santoro, Vincenzo Comi, Natale Licordari, Dario Baccellieri, Eugenio Musolino, così come positiva va giudicata la collaborazione offerta da due “top player” Fabrizio Pratticò e Pasquale Mordà. Il tutto sotto la guida dell’allenatore Maurizio Gangemi e alla presenza di Franco Pellicanò, presidente dell’Ussi Calabria, oltre che del segretario Massimo Calabrò. Nel girone eliminatorio l’Ussi Calabria ha sconfitto la squadra dell’Abruzzo-Molise con il punteggio di 3 a 1 (doppietta di Peppe Foti e rete di Pasquale Mordà ), mentre nella seconda partita contro l’Umbria, dopo il vantaggio iniziale arrivato ancora da una “prodezza” di Foti, gli avversari hanno trovato il gol del pareggio nei minuti finali e poi hanno avuto la meglio ai calci di rigore (3-2). Nella finale per il terzo posto, disputata nella mattinata del giorno successivo, la Puglia, che si è avvalsa dell’apporto di due “top player” come Raffaele Rubino (ex-Novara) e Gennaro Delvecchio (ex-Sampdoria), ha battuto i calabresi per 2 a 0. Il torneo è stato vinto dall’Umbria che, ancora una volta ai calci di rigore, ha battuto l’Ussi Roma. Durante la permanenza nella capitale tutti i giornalisti partecipanti al “D’Aguanno” sono intervenuti all’interessante convegno sulla “sicurezza negli stadi, dopo gli attentati di Parigi”. L’incontro è stato coordinato dal presidente dell’Ussi Luigi Ferrajolo e ha avuto quale relatore il dottor Francesco Tagliente, già questore di Firenze e Roma e Prefetto di Pisa, ex responsabile della sicurezza della Nazionale Italiana di calcio. “La presenza dell’Ussi Calabria alla manifestazione di Roma – hanno dichiarato il presidente Pellicanò e il segretario Calabrò - è stata fortemente voluta dal massimo responsabile del Sindacato giornalisti della Calabria, Carlo Parisi che, così com’era avvenuto nelle precedenti edizioni, ci dato il proprio supporto. Se i giornalisti sportivi della Calabria, per il terzo anno consecutivo, sono stati tra i protagonisti assoluti dell’evento che ha una notevole risonanza in ambito nazionale, il merito è, sicuramente, di Parisi e di quanti operano nella nostra regione per la crescita del Sindacato e per la promozione di iniziative che cementano l’amicizia tra i vari gruppi di specializzazione che, non bisogna dimenticarlo, sono autentica espressione dello stesso organismo sindacale”.