Tim lancia il servizio per chiamate in alta definizione “Voce 4G”

Il servizio coperto dalla rete 4G di Tim è attivo su tutto il territorio italiano e garantisce la continuità della chiamata anche nelle zone non ancora raggiunte da questa tecnologia

cellulareAl via da oggi il nuovo servizio della Tim per chiamate in alta definizione “Voce 4G”. Con ‘Voce 4G’ è possibile navigare in Internet e usare le app preferite sfruttando tutti i vantaggi della connessione Lte di Tim, senza interrompere la telefonata ed è basato sulla tecnologia VoLTE (Voice Over Lte). Il servizio coperto dalla rete 4G di Tim è attivo su tutto il territorio italiano e garantisce la continuità della chiamata anche nelle zone non ancora raggiunte da questa tecnologia. Il nuovo servizio è disponibile per i clienti consumer – senza costi aggiuntivi e senza modificare il profilo tariffario – che hanno attiva l’opzione ‘Tim Special Unlimited’ ed uno degli smartphone già abilitati, quali Samsung S6, S6 Edge, LG G4, Microsoft Lumia 950. Il servizio, sottolinea l’operatore tlc, verrà successivamente esteso anche ad altre offerte del portafoglio Tim e ad ulteriori modelli di device e si arricchirà di nuove opzioni come la videochiamata in alta definizione, lo sharing di video, di immagini e di mappe in tempo reale, chat e file transfer. La nuova tecnologia, attraverso la ‘Three Carrier Aggregation’, continua Telecom Italia, consente dallo scorso novembre una connettività mobile fino a 300 Mbps nella città di Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli, Prato, Verona e Palermo e rende fruibili contenuti multimediali in mobilità in formato Full HD e 4K. E per festeggiare il Natale, Tim “offre un mese di Internet in regalo”. La promozione ‘Natale Giga gratis’, riservata ai clienti Tim ricaricabili, è attivabile fino al prossimo 7 gennaio, attraverso l’App MyTim Mobile. ‘Voce 4G’ e ‘Natale Giga gratis’, “arricchiscono le offerte del Gruppo Telecom Italia, riunite sotto l’unico brand Tim, al fine di rispondere alle esigenze di tutti i clienti e ai nuovi consumi digitali”.