Regione Calabria, Viscomi sulla sottoscrizione del contratto per il personale dirigenziale relativo all’anno 2015

consiglio_regione_calabria-“Con la sottoscrizione dell’ipotesi di contratto decentrato relativo all’anno 2015 si chiude finalmente la stagione dei ritardi, iniziata nel 2012, consentendo all’amministrazione di poter ripartire in modo ordinato nel mese di gennaio 2016. Per l’impegno profuso, caratterizzato sempre da uno spirito di massima collaborazione, pur nella diversità dei ruoli, intendo esprimere il mio ringraziamento alle Organizzazioni Sindacali e ai dirigenti del Dipartimento Organizzazione, Risorse Umane e Controlli, seduti al tavolo delle trattative. Per la prima volta, dopo parecchi anni, i contratti integrativi sono stati sottoscritti unitariamente da tutte le sigle sindacali. A questo punto, chiuso il pregresso, è tutto pronto per approvare formalmente la riorganizzazione della struttura burocratica: sono stati definiti i criteri di pesatura delle nuove posizioni dirigenziali e il valore delle relative fasce economiche; inoltre, è stato avviato ed è già a buon punto il processo di definizione del piano della performance che dovrà essere concluso entro il mese di gennaio 2016, in modo tale che tutti i dirigenti possano avere assegnati gli obiettivi entro il mese di febbraio 2016, così come prevede l’ordinamento”, afferma il vicepresidente Viscomi. “La valorizzazione e il riconoscimento della essenziale funzione dei dirigenti passa anche attraverso la definizione di regole chiare e di impegni precisi sugli obiettivi da raggiungere, misurati attraverso una valutazione oggettiva assicurata dall’OIV. Ai dirigenti tocca ora il compito di riscoprire l’orgoglio di servire la Calabria e la consapevolezza che anche dalle loro azioni quotidiane passa il futuro di questa terra. L’attenzione al contratto della dirigenza non esclude una pari attenzione per il personale del comparto. Alla conclusione della sessione negoziale per i dirigenti è stata avviata la sessione dedicata al personale del comparto relativa agli anni 2014 e 2015. L’amministrazione -prosegue- ha presentato i decreti di costituzione dei fondi contrattuali per gli anni in questione ed è stata avviata la discussione sui contenuti contrattuali ed approvata la ripartizione delle risorse. Le parti hanno poi concordato di accantonare una quota di risorse da destinare alle procedure selettive per la progressione economiche orizzontali; tuttavia, consapevoli della difficoltà e delle incertezze in materia, hanno ritenuto opportuno chiedere al MEF un parere sul punto della fattibilità delle procedure medesime. Anche per il comparto, le organizzazioni sindacali hanno operato, dopo tanto tempo, in modo unitario. A questo punto è possibile ripartire in modo ordinato nel mese di gennaio 2016 con una nuova sessione negoziale che dovrà tener conto degli indirizzi già definiti dalla Giunta ed orientati a sostenere sia l’innovazione organizzativa, per migliorare il servizio e ridurre i costi, sia la trasparenza e il merito nell’assegnazione delle risorse. Piccoli passi sulla strada di una Regione che il presidente Oliverio ha più volte auspicato come finalmente normale”, conclude.