Reggio, sequestrati oltre 150 chilogrammi di botti

Sequestro bottiLa Polizia di Stato, con l’appropinquarsi delle festività di fine anno, ha programmato una serie di servizi di controllo specifici, finalizzati a monitorare e reprimere il fenomeno della vendita abusiva di artifici pirotecnici, in special modo di genere proibito. Nell’ambito di tale attività, predisposta dal Questore di Reggio Calabria, nella giornata di ieri personale della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria e del Commissariato di Villa San Giovanni ha sottoposto a sequestro oltre 150 chilogrammi di materiale esplodente, deferendo all’Autorità Giudiziaria due soggetti, C.G.T. di anni 19 e A.G. di anni 46, per il reato di detenzione non autorizzata di materiale esplodente, custodito in locali non idonei e non in sicurezza. Il materiale in questione è stato rinvenuto a seguito di mirato controllo all’interno di un magazzino, ubicato al piano sotterraneo di un fabbricato adibito a civile abitazione dove il medesimo materiale esplodente era custodito in attesa di essere venduto in assenza delle più elementari norme di sicurezza. In particolare detto materiale era custodito alla rinfusa unitamente a carbo/lubrificanti e batterie di autovettura, tutto materiale altamente infiammabile. Il magazzino non era dotato di estintori ovvero impianto antincendio. Alcuni degli artifici rinvenuti sono altamente pericolosi e se usati impropriamente da persona inesperta, erano intrinsecamente capaci di provocare gravi danni ai fruitori ed alle persone vicine. Il predetto materiale è stato sequestrato e posto a disposizione della procedente A.G..