Reggio, sequestrata una struttura balneare a Condofuri [FOTO]

Reggio, gli accertamenti di polizia giudiziaria eseguiti, condotti congiuntamente a funzionari dell’ufficio tecnico del Comune di Condofuri, hanno fatto emergere che la ditta che gestiva la struttura balneare, aveva mantenuto oltre i limiti temporali stagionali dell’autorizzazione demaniale le strutture del lido senza provvedere al previsto smontaggio

parte di struttura sequestrataEnnesimo sequestro sul demanio marittimo operato dal personale della Delegazione di Spiaggia – Guardia Costiera – di Melito Porto Salvo nei confronti della titolare di una struttura balneare realizzata ed ubicata nel lungomare di Condofuri Marina. Gli accertamenti di polizia giudiziaria eseguiti, condotti congiuntamente a funzionari dell’ufficio tecnico del Comune di Condofuri, hanno fatto emergere che la ditta che gestiva la struttura balneare, aveva mantenuto oltre i limiti temporali stagionali dell’autorizzazione demaniale le strutture del lido senza provvedere al previsto smontaggio. Pertanto ravvisando le ipotesi di occupazione demaniale senza titolo, hanno proceduto a porre sotto sequestro preventivo urgente, sentendo il magistrato di turno della locale Procura della Repubblica, le strutture del lido affidandole in custodia giudiziale senza facoltà d’uso all’indagata T.P. (1974). Gli atti sono stati convalidati dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Reggio Calabria, giusta richiesta della locale Procura, che ha contestualmente emesso il decreto di sequestro preventivo. L’intera area posta sotto sequestro, ammonta a oltre 800 mq. Per le difformità rilevate ed accertate, il Comune di Condofuri, ente competente alla gestione amministrativa del demanio marittimo, ha altresì emesso e notificato al soggetto che ha commesso l’abuso, un’ordinanza di sgombero e messa in pristino stato dei luoghi. Le attività di contrasto a tutela e salvaguardia dell’ambiente marino e costiero condotte dai militari della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria e dei suoi uffici dipendenti continueranno senza soste al fine di garantire il corretto sfruttamento dei litorali secondo le direttive della locale A.G..

struttura sequestrata