Reggio, prende il via la 31° Mediterranean Cup

barca a velaE’ terminata l’attesa per  l’inizio della 31° Edizione della Mediterranean Cup  che oggi scalda i motori con il “Warm Up” sotto la guida dell’allenatore nazionale Max Giorgianni  e del croato Denis Finderle,   che per due giorni terranno un “ clinic”  di perfezionamento sia per i più esperti come per i cadetti della prima vela.  In mattinata  un leggero vento da Sud- est  ha permesso di effettuare  questa prima parte di allenamento e il mare antistante il Lungomare si è riempito di vele  offrendo uno spettacolo straordinario.  In questi giorni la città ha vissuto l’evento attraverso i tanti motivi di interesse sociale ,accanto a quelli agonistici delle regate, ossia la presentazione e la cerimonia ufficiale di apertura il 27 Novembre, con il Presidente della Provincia dr. Giuseppe Raffa e l’assessore allo Sport del Comune di Reggio Zimbalatti,    a seguire la mostra storica di immagini “ Reggio il Mare” inaugurata il 4 Dicembre e che chiuderà i battenti l’undici dicembre nel salone espositivo delle Poste Centrali. Una mostra che ha creato forti echi negli ambienti culturali  per  le immagini  inedite presentate , per gli accostamenti  con le realtà attuali  e per i percorsi  che sicuramente saranno di guida per approfondimenti tra gli allievi delle scuole reggine. Una volta rotti gli indugi  delle giornate dedicate alle inaugurazioni a terra  il programma  scorre tra allenamenti e regate   nello specchio d’acqua antistante il Lungomare. Comunque, nonostante  la congiuntura economica abbia da tempo  messo alla prova la nautica e tutto il mondo dello Sport calabrese e reggino in particolare, la Mediterranean Cup  e la città di Reggio Calabria , binomio indissolubile,  si confermano un evento velico consolidato, incipit di successo per questa disciplina e per il Circolo Velico.  Nata nel 1984 la Mediterranean Cup  nel corso degli anni è cresciuta sino a divenire un rendez-vous tradizionale del panorama velico nazionale e internazionale. Con la trentaunesima edizione , la regata  si  conferma un appuntamento di riferimento  per tutta la marineria italiana, capace di combinare agonismo, passione per il mare, grande tradizione e solidarietà, accomunando nella vela un pubblico di appassionati e giovanissimi  campioni. Il campo di regata sarà posizionato il giorno 7 e 8 dicembre con la disputa di ben sei prove in due giorni, e Eolo ha elargito, oggi per la Warm Up, una brezza  essendoci su tutta la penisola una fortissima alta pressione. I regatanti si sono potuti allenare regolarmente , mentre nelle altre zone di Europa il freddo intenso  e l’assoluta mancanza di vento ha impedito qualsiasi attività. In questi giorni l’interesse per la Mediterranean Cup si  manifesta anche con il supporto degli addetti al settore mediatico  che si sono accreditati per seguire per due giorni  e per cinque ore in diretta con una postazione che trasmetterà con una larga diffusione televisiva le interviste dei tecnici e dei partecipanti . Il successo della manifestazione  è frutto dell’entusiasmo degli organizzatori e delle sinergie instaurate  tra tutti gli “ attori”  che animano la Med Cup , le istituzioni militari, le associazioni, gli enti statali e locali, gli sponsor e tutti coloro che continuano a credere nella  vela come valore sportivo e turistico.