Reggio, operazione “Revolucion”. Cade l’associazione finalizzata al narcotraffico assolti e scarcerati i fratelli Francesco e Severino Zoccoli

Detenuti da oltre tre anni dopo la lettura del dispositivo i fratelli Zoccoli hanno ritrovato la libertà lasciando il carcere di Vibo Valentia dove erano reclusi appunto dal giorno del loro arresto scattato nel 2012 a seguito di una vasta operazione

Polizia-Costa-Rica-938x535Il Tribunale collegiale di Locri presieduto dal dottor Accurso ha assolto i fratelli Francesco e Severino Zoccoli dalla pesante accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Per loro l’ufficio di Procura nel troncone ordinario aveva chiesto la condanna alla pena di 13 anni di reclusione ciascuno. Francesco Zoccoli era difeso dall’avvocato Marco Tullio Martino Zoccoli Severino invece dall’avvocato Giacomo Iaria. Detenuti da oltre tre anni dopo la lettura del dispositivo i fratelli Zoccoli hanno ritrovato la libertà lasciando il carcere di Vibo Valentia dove erano reclusi appunto dal giorno del loro arresto scattato nel 2012 a seguito di una vasta operazione che aveva accertato l’esistenza di una organizzazione finalizzata al traffico internazionale di droga realizzata in sintonia tra soggetti calabresi e pugliesi.