Reggio, mercoledì incontro pubblica sul diritto alla salute

sanitàMercoledì 16 Dicembre Ore 16.00 presso la sala convegni della Segreteria Regionale UGL via giudecca 38 Reggio Calabria: incontro pubblico con il Segretario Nazionale  UGL Sanità Daniela Ballico ed il Segretario Confederale UGL Calabria Ornella Cuzzupi  per discutere del diritto alla salute a Reggio Calabria e in Calabria. “Forse avere una sanità efficente è davvero l’ultimo dei problemi a cui la politica Calabrese vuole trovare delle soluzioni concrete, e questo probabilmente perchè è tra i più difficili e intricati da risolvere.Numerosi e qualificati studi e ricerche condotti negli ultimi dieci anni di cui purtroppo poco si parla, concordano nell’individuare nel pessimo clima interno che ristagna nella maggior parte dei reparti ospedalieri italiani uno dei mali peggiori della nostra sanità pubblica; questo, infatti, influenza direttamente e negativamente il livello di organizzazione e di motivazione degli operatori il quale, a sua volta, incide sulla produttività, sull’attenzione, sul livello di efficacia e proattività. In definitiva, quindi, una buona parte dei troppi episodi di malasanità deve essere messa in relazione diretta con la scarsa organizzazione dei reparti e con il cattivo clima interno”, scrive l’Ugl. “Detto in altri termini, ciò che non riusciamo a vedere ( e, forse per questo, non crediamo di dover combattere: stress, incomunicabilità e mancanza di relazioni efficaci, disempowerment e percezione di inefficacia,…) si sta diffondendo con la stessa virulenza di una malattia endemica pericolosa (anzi, potenzialmente mortale) per ogni cittadino. Ma, come dicevo in partenza -prosegue- forse a nessuno interessa, tanto i sanitari che operano in parlamento non rientrano tra gli sfigati che ogni giorno si trovano a mettere delle toppe ad un’organizzazione sempre più carente. Perché si possa passare ad una nuova pensabilità, individuale e di team, è anche necessario “allenare” i nostri muscoli attitudinali in modo che questi, agiti nel tempo, creano nuove abitudini mentali e nuovi modelli comportamentali. Se per costruire una sanità Calabrese e Reggina più efficiente non basta, ovviamente, agire soltanto sulle risorse dei singoli operatori, è anche vero che ogni tipologia di modello organizzativo dell’immediato futuro non può prescindere dalla valorizzazione del fattore umano, anche con riguardo al rapporto sanitario-paziente. Se l’obiettivo è la tutela del Bene più prezioso per ogni cittadino, ritengo non si possa costruire nulla di solido se non partendo con il tutelare la professionalità di coloro che di quel Bene si prenderanno cura. ”Noi difendiamo Oggi chi  Domani potrebbe Salvarti la Vita”; Il Diritto alla Salute è  Sancito dall’ art. 32 della Costruzione Italiana”, conclude l’Ugl.