Reggio, madre ritira la figlia disabile dal Piria: “gravi soprusi, diritti calpestati”

La storia di Maria, giovane affetta da disabilità

reggio scuola piriaLa signora Genj Cabulliese, madre di una ragazza di 20 anni di Reggio, scrive alla redazione di StrettoWeb in merito alla questione che vede coinvolta la figlia. La ragazza presenta disabilità e frequenta l’istituto superiore ITC R.Piria di Reggio. La madre esasperata ci scrive “stanca dell’ennesimo sopruso ai danni della figlia e stanca che i diritti della ragazza vengano calpestati!”. La signora fa riferimento soprattutto alla richiesta fatta più volte da parte dell’Istituto di portare la ragazza a scuola con il panno igenico, “ma invece mia figlia ha il controllo sfinterico ed è in grado di esprimere il bisogno di andare in bagno, nonostante non sia in grado di comunicarlo verbalmente”.