Reggio, lunedì la protesta in piazza delle 18 guardie giurate licenziate dalla Full Service

mobilitazione dei lavoratoriLe 18 guardie giurate licenziate dalla Full Service scenderanno in piazza per chiedere un tavolo istituzionale finalizzato alla salvaguardia del loro posto di lavoro. Lo faranno lunedì 21 dicembre in piazza Italia a partire dalle ore 9. A comunicarlo è la segretaria provinciale della Uiltucs Sabrina De Stefano. I 18 lavoratori faranno sentire la propria voce, manifestando amarezza per quanto accaduto e preoccupazione per il proprio futuro e quello delle proprie famiglie. E chiederanno alla Prefettura un tavolo di confronto al quale far sedere Comune e Regione, rispettivamente interessate attraverso una missiva indirizzata al sindaco Giuseppe Falcomatà e al presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, e la stessa articolazione reggina del Governo, anch’essa ufficialmente contattata dalla Uiltucs. Sindacato e lavoratori chiedono che all’incontro partecipino anche la Procura generale, visto che i 18 fino a pochi giorni fa hanno garantito la sicurezza al Cedir, e ogni altro soggetto amministratore di giustizia, considerato che gli stessi hanno compiuto la stessa operazione negli uffici di piazza Castello, all’aula bunker di viale Calabria, al tribunale minorile ed in altri analoghi siti. La richiesta fondamentale è che i 18 vengano ripresi dalla stessa Full Service qualora la stessa riesca ad ottenere nuovi servizi di vigilanza o che altre aziende del settore attingano all’elenco di mobilità assumendoli qualora dovessero prendere nuove unità lavorative, non solo perchè i livelli occupazionali vanno salvaguardati, ma anche perchè questi lavoratori sono già formati ed esperti.

Foto di repertorio