Reggio, le donne della Cisl FP si confrontano sulle varie problematiche del pubblico impiego

Cisl donneSi sono riunite nel pomeriggio odierno le dirigenti sindacali della CISL Funzione Pubblica di Reggio Calabria nell’accogliente nuova sede di Via Giuseppe Mazzini con l’intenzione di analizzare e mettere a confronto le difficoltà che accomunano le donne impiegate nei Comparti della Sanità, delle Autonomie Locali, dei Ministeri, dell’EPNE, delle Agenzie Fiscali e della SNA. Antonella Zema, Katia Violi, Alba Maione, Palmina Dama, Carmela Muscatello, Laura Crimeni, Maria Filippone, Angela Malara e Nunzia Santoro, tutte contrattualiste della CISL FP reggina, hanno affrontato Comparto per Comparto le problematiche femminili che sono vissute nei vari ambienti di lavoro, riscontrando elementi comuni ma anche grandi differenze a seconda del Settore di appartenenza. E’ evidente che le donne che operano nella Sanità affrontano sfide legate all’importante funzione di assicurare i Livelli Essenziali di Assistenza alla cittadinanza ed un servizio sanitario adeguato ai bisogni del territorio, costrette ad affrontre turni di lavoro spesso sacrificanti che mal si conciliano con le esigenze familiari. Il mondo delle Autonomie Locali racchiude un potenziale inespresso dal punto di vista professionale, per gli eccessivi vincoli e limitazioni imposti dalla mancanza di adeguate risorse finanziarie e dal rispetto del patto di stabilità, fattori che inibiscono i percorsi di carriera al personale tutto ed alle donne in particolare. Le dipendenti delle Amministrazioni Centralizzate vivono i disagi relativi ai  numerosi processi di accorpamento e/o soppressione di Enti ed Uffici, soprattutto a livello territoriale, che comportano conseguentemente processi di mobilità con l’inevitabile sconvolgimento degli assetti familiari. Ma le dirigenti sindacali della CISL Funzione Pubblica reggina hanno inteso organizzarsi anche per affrontare la nuova stagione contrattuale, elaborando un piano di formazione sindacale che ampli ulteriormente le conoscenze e le competenze delle contrattualiste e le renda voci autorevoli ai vari tavoli di negoziazione. Il Segretario Generale, Luciana Giordano, che ha presieduto i lavori, si è detta soddisfatta degli obiettivi e del programma di lavoro tracciato dal Coordinamento donne CISL FP, apprezzando lo spirito propositivo che ha caratterizzato tutto il gruppo. Tanta la voglia di esserci e la voglia di partecipare con iniziative e proposte che saranno messe in cantiere nel prossimo futuro.