Reggio, incontro a Palazzo San Giorgio sulla situazione dell’edilizia scolastica nel territorio di Catona

palazzo san giorgio1“Facendo seguito all’incontro svoltosi nelle scorse settimane a Palazzo San Giorgio sulla situazione dell’edilizia scolastica nel territorio di Catona, si reputa opportuno fornire alcune informazioni che possono essere utili alle decisioni che le famiglie prossimamente dovranno assumere. In relazione allo stato dei lavori riguardanti l’edificio scolastico della Scuola Primaria di Catona Centro sito in Via Regina Elena, è emerso che, grazie all’impegno dell’impresa appaltatrice, i lavori proseguono secondo la tabella di marcia prefissata e che, nel contempo, è stata presentata presso il Servizio Tecnico della Regione Calabria la richiesta di variante al progetto in relazione agli imprevisti sorti nel corso dei lavori”, scrive la Dirigente Scolastico dell’IC Radice-Alighieri di Catona avv.Simona Sapone. “L’assessore e i tecnici -prosegue- hanno comunicato che, se tutto procede secondo quanto previsto, i lavori di consolidamento strutturale potrebbero concludersi entro il mese di aprile 2016. Quindi, da quanto emerso nella riunione si può essere moderatamente fiduciosi e si può ritenere possibile che l’apertura del prossimo anno scolastico possa avvenire nei locali consolidati e ristrutturati del plesso di Catona Centro in via Regina Elena. Questo è un segnale di speranza che va colto e che va realizzato per non deludere le attese della comunità scolastica catonese. Per quanto riguarda poi il plesso di Scuola Primaria di Salice -aggiunge- chiuso da circa cinque anni per inagibilità dei locali, purtroppo i tempi per la ristrutturazione saranno un po’ più dilatati. In ogni caso, l’arch. Cammera ha comunicato che nei prossimi giorni si sarebbe svolto un incontro con il tecnico incaricato per stabilire il percorso successivo di cui sarebbero state informate le istituzioni scolastiche e i rappresentanti del territorio”. Il Dirigente Scolastico, avv. Simona Sapone, ha preso atto “delle informazioni ricevute ed ha dichiarato di rimanere comunque in vigile attesa dello sviluppo degli eventi, auspicando con fiducia che gli impegni assunti si trasformino in atti concreti per fare in modo che già dal prossimo anno si possano superare sia pure in parte i gravi disagi che ha dovuto sopportare in questi anni la comunità scolastica, con particolare riferimento alle famiglie e agli alunni. Si spera, quindi, che il 2016 possa segnare un’inversione di tendenza nella situazione dell’edilizia scolastica di Catona per favorire il rilancio dell’offerta scolastica sul territorio”.