Reggio, Imbalzano: “bene il collegamento con punta Pellaro, ma è giunta l’ora di realizzare la passerella a monte tra lume e le frazioni collegate”

Punta PellaroEsprimo il mio convinto apprezzamento per l’intervento messo in cantiere dal Presidente della Provincia Giuseppe Raffa per l’attraversamento del torrente Fiumarella tra la parte terminale della passeggiata a mare con la strada che conduce a Punta Pellaro. Un’iniziativa che permetterà di superare finalmente un vero sconcio sotto il profilo igienico sanitario e le difficoltà da sempre incontrate dai cittadini reggini e dagli amanti degli sport del vento, ormai praticati nelle aree adiacenti”.

E’ quanto afferma Pasquale Imbalzano capogruppo di Area Popolare – Nuovo Centrodestra in Consiglio Comunale.

Si chiude una fase negativa e se ne apre una nuova, in ragione del fatto che l’imbuto viario che si veniva a formare in quel punto, prossimo allo sbocco a mare del torrente, ha da sempre creato – nella stagione autunnale e invernale in particolar modo – un acquitrino e un ostacolo alla circolazione di veicoli e persone, con rischi seri per la salute e l’incolumità pubblica”, aggiunge Pasquale Imbalzano. “Al presidente Raffa, che conosce benissimo i problemi del territorio pellarese, cogliamo l’occasione per rivolgergli un forte appello. Nei mesi che ancora mancano per la definitiva istituzione della Città Metropolitana e il venir meno dell’ente Provincia, è ancora possibile risolvere una criticità ultradecennale per la quale si sono battuti diversi amministratori pellaresi. Mi riferisco alla passerella a monte che ha rappresentato e costituisce ancora l’unico precario collegamento tra la via Lume e le frazioni di Lia, Nocille, Umbro, Campicello e Fiumarella, un’area densamente popolata, servita da una mini struttura ad alto rischio sicurezza e da tempo assolutamente inadeguata per le esigenze del territorio”, continua il capogruppo Pasquale Imbalzano.

Parimenti in questi anni e ancora in questi mesi ho più volte proposto all’amministrazione comunale di farsi carico di un problema tanto urgente e vitale quanto antico: auspico che il Presidente Raffa, consapevole dell’importanza di questa criticità, in questo scorcio conclusivo della rispettiva esperienza assuma con urgenza tutte le iniziative necessarie per risolvere una grave emergenza avvertita dalle popolazioni dell’intero pellarese”, conclude Pasquale Imbalzano.