Reggio: grande successo per il 4° trofeo dello Stretto Yamashita che si è concluso ieri [FOTO e VIDEO]

Reggio: il 4° trofeo dello Stretto Yamashita ha visto la partecipazione di 120 persone

Gara di eging (1)Si è svolto ieri il 4° trofeo dello Stretto Yamashita, trofeo di pesca a seppie e calamari di tipologia eging. La località è stata la spiaggia tra Catona e Villa San Giovanni. La gara ha visto la presenza di 120 partecipanti venuti da molte parti del Sud Italia trattandosi questo del trofeo più importante d’Italia per la pesca ad eging, anche a livello nazionale. Le condizioni del mare e del vento sono state ottime e questo è stato molto favorevole per la gara. Le prede non sono state tantissime ma le catture si sono sparse lungo tutto il campo di gara. Nessuna cattura di calamari ma solo seppie. Il vincitore è un ragazzo di Reggio che ha superato tutti con la preda di una seppia di 780 grammi. Gli organizzatori sono stati i negozianti di Reggio e Messina.

ECCO COS’E’ LA PESCA EGING

L’eging  e’ la pesca alla seppia del pacifico (Sepioteuthis lessoniana) praticata in Giappone. Questo tipo di pesca e’ praticato sia dalla riva che dalla barca, anche se con modalita’ diverse, ed e’ una tecnica molto popolare nel Sol Levante, che sostiene un rilevante mercato di attrezzature specifiche ad essa dedicate. Da qualche anno l’eging si sta diffondendo a macchia d’olio anche in Italia, poiche’ garantisce un maggior numero di catture ed un maggior divertimento rispetto alla pesca alla seppia con correntina a mano tradizionalmente praticata lungo le nostre coste e quasi esclusivamente dalla barca. La novita’ dell’eging consiste nella possibilita’ di pescare le seppie da terra con un raggio d’azione molto ampio, e con un numero di catture elevato.