Reggio, Filcams Cgil: “Iracarni Alimentari Srl, lavoratori a casa con poche luci e tante ombre sulla riapertura del negozio”

IracarniSi è svolta ieri presso la sede della Filcams Cgil di Reggio Calabria un’assemblea dei lavoratori del punto vendita Iracarni alimentari Srl licenziati dall’azienda che ha deciso, lo scorso luglio, di abbassare le saracinesche lasciando a casa 37 dipendenti che per decenni hanno prestato servizio nel punto vendita storico di via Pio XI. Le parole chiavi dell’assemblea – come dichiara la segretaria generale della Filcams Cgil di Reggio Calabria Samantha Caridisono state: “trasparenza, legalità e diritti”. Già da tempo circolano in città voci di una possibile riapertura del negozio e molti lavoratori speravano in un possibile rientro nel mondo del lavoro. La scorsa settimana siamo venuti tuttavia a conoscenza di un incontro tenutosi all’interno negozio tra i rappresentanti dell’azienda subentrante, da indiscrezioni la Gicap Spa, e personale che non ha mai prestato servizio in quel punto vendita e che comunque risulta ancora alle dipendenze di altre aziende. Forte è la preoccupazione emersa in assemblea da parte di tutti i lavoratori il cui futuro è sempre più incerto. Come Filcams – prosegue- abbiamo subito inviato una richiesta di informazioni dettagliate al Rappresentante Legale della Iracarni Srl, sig.ra Maria Cristina Amodeo su una probabile procedura concorsuale avviata dopo la chiusura del punto vendita e ci stiamo impegnando per cercare di trovare tutte le opzioni possibili per reinserire i 37 lavoratori in quel negozio che con tanti sacrifici e spirito di abnegazione è andato avanti per decenni grazie anche al loro impegno. Restiamo in attesa di conoscere i dettagli richiesti alla Iracarni Srl e manteniamo alta l’attenzione poiché riteniamo che in qualsiasi riapertura occorrerà seguire le regole della” trasparenza e della legalità” per garantire un futuro occupazionale a tutti i lavoratori che per anni hanno prestato servizio in quel punto vendita”, conclude.