Reggio, Crea denuncia: “troppi furti nelle case a Lazzaro. Bisogna intervenire prima che ci scappi il morto”

ladri“Troppi furti nelle case. Bisogna intervenire prima che ci scappi il morto. In questi giorni si è verificata una recrudescenza dei furti nelle abitazioni in particolare nel territorio di Lazzaro. Lo scorso 4 dicembre mentre i proprietari erano alla processione di Santa Barbara i ladri saccheggiavano due appartamenti in via Magna Grecia e in via Risorgimento con gli inquilini in casa, qualche giorno prima  altre due abitazioni sono state visitate in Contrada Fornace ove in una abitazione hanno forzato la porta e sono entrati mentre l’inquilino riposava. Seguiva altro furto in un tabacchino nella periferia Sud di Lazzaro e in una abitazione frontistante. Lo scorso 9 dicembre è stato sventato da Carabinieri altro furto nel centro di Lazzaro, mentre nello stesso giorno in località fornace tre malfattori hanno manomesso il sistema d’allarme situato sul cancello metallico di accesso a una abitazione e noncuranti del suono della sirena hanno proseguito nell’intento di disinserire l’allarme per poi entrare con tranquillità in casa. Desistevano da tale intento col sopraggiungere di alcune persone richiamate dal suono della sirena. Non va dimenticato il furto di un armadio contenente armi perpetrato pochi mesi addietro in località Fornace”, scrive in una nota Vincenzo Crea, referente unico dell’Ancadic Onlus. “Ancora tra venerdi e sabato mattina u.s. nella scuola media di Lazzaro – prosegue- ignoti si sono introdotti all’interno dell’edificio scolastico, sottraendo un monitor dall’ufficio di Presidenza, i soldi contenuti  nel distributore automatico di bevande e alimenti  mettendo a soqquadro i documenti dell’ufficio di segreteria. Venerdi 11 altro furto in via ex salita Motta e in data 14 us intorno alle ore 15 nella contrada Paolia di Lazzaro i ladri si introducevano in una abitazione asportando un fucile da caccia, un televisore e un DVD,sono intervenuti i Carabinieri, mentre in località Olivitello di Lazzaro in data 16 dicembre u.s. l’arrivo dei carabinieri ha messo in fuga i malfattori che si stavano introducendo in due abitazioni. Il bollettino dei furti a mia conoscenza per il momento si ferma qui. Nel corso delle suddette attività predatorie -aggiunge- non sappiamo esattamente cosa i ladri siano riusciti a rubare, siamo però sicuri che hanno rubato la libertà, valore inestimabile. Libertà di stare sicuri nella propria casa rifugio per eccellenza e la tranquillità, non solo alle vittime dei furti ma di riflesso anche agli altri cittadini.

I Numerosi furti che da qualche tempo di frequenteLadri-dappartamento si ripetono nel territorio di Lazzaro dimostra quanto sia reale il rischio per ogni cittadino di imbattersi nelle proprie case con malintenzionati. E’ incredibile che con tutti questi furti registratesi nell’arco di pochi giorni a Lazzaro le Istituzioni non ne parlino, è stato dato soltanto risalto al furto perpetrato alla scuola media. Forse degli altri non si era a conoscenza? eppure le denunce sono state fatte, i Carabinieri sono intervenuti in tanti casi. Certo che se non si è a conoscenza del fenomeno non si possono indicare soluzioni per contrastarlo. Ho già indicato nelle precedenti segnalazioni  i controlli che a mio avviso si dovrebbero fare. Il territorio di Lazzaro -ribadisce- sembra sia diventato terra di conquista di questi malfattori, pertanto si ravvede la necessità e l’urgenza di studiare strategie per arginare il fenomeno e maggiori risorse umane e mezzi adeguati alle forze dell’Ordine e sarebbe opportuno riaprire le caserme dei Carabinieri anche di notte. L’invito della scrivente associazione è quello di continuare a denunciare alle Forze di Polizia i furti e eventuali tentativi e di non intraprendere altre iniziative perché soltanto le Forze dell’Ordine possono e debbono tutelarci”, conclude.