Reggio, controlli e perquisizioni nella locride: numerose denunce

Carabinieri RadiomobileNel corso dell’ultimo fine settimana sono continuate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Locride, attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia, nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” e della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sulla scorta delle politiche di controllo del territorio implementate sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino. Al tal fine sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari.

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

-        i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato:

  1. .          un 67enne del posto, perché sorpreso alla guida di un’autovettura nonostante gli fosse stata revocata la patente di guida;
  2. .          un 64enne di Siderno, poiché sorpreso alla guida di un ciclomotore senza essere in possesso della relativa patente;

-        i Carabinieri della Stazione di Monasterace hanno denunciato un 25enne del posto, poiché sorpreso alla guida di un’ape sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita;

-        i Carabinieri della Stazione di Stignano hanno denunciato un 58enne del posto poiché, alla guida della sua autovettura, si è rifiutato di sottoporsi all’accertamento sul tasso alcolemico;

-        i Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina hanno denunciato in 51enne del posto poiché, a seguito di un sinistro stradale, è risultato con un tasso alcolemico pari a 3,59 g/l,  quindi ben oltre la soglia minima consentita;

-        i Carabinieri della Stazione di Placanica hanno denunciato una 70enne del posto, per aver realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica;

-        i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile carabinieridella Compagnia di Roccella Jonica, hanno denunciato un signore di Gioiosa Jonica per minaccia e violenza a pubblico ufficiale. L’uomo, in cura al CIM di Marina di Gioiosa Jonica, aveva infastidito alcuni avventori che si trovavano all’interno di un locale di Gioiosa Jonica tanto da spingerli a richiedere l’intervento dell’Arma. Per lo stesso, il sindaco di quel centro, ha disposto il Trattamento Sanitario Obbligatorio poiché sorpreso in evidente stato di agitazione psicomotoria;

-        i Carabinieri della Stazione di Stilo hanno denunciato una 46enne del posto, responsabile di aver occupato abusivamente un alloggio di edilizia residenziale pubblica di quel centro, sebbene lo stesso fosse stato assegnato dall’ente proprietario a un altro soggetto;

-        i Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio hanno denunciato un 35enne romeno ma residente ad Ardore, in quanto sorpreso sdraiato sulla SS 106 in evidente stato di ubriachezza;

-        i Carabinieri della Stazione di Platì hanno denunciato:

  1. .          un 64enne e un 65 enne del posto, per aver realizzato, il primo in qualità di committente e il secondo di direttore dei lavori, un immobile in muratura e laterizi senza essere in possesso di alcun titolo autorizzativo;
  2. .          un 27enne, sottoposto agli arresti domiciliari, sorpreso mentre usciva da un’abitazione di un congiunto adiacente alla sua e rientrava nella propria.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione di Siderno Marina hanno segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria un 36enne di Benestare trovato in possesso di un involucro contenente un grammo di sostanza stupefacente del tipo marijuana.