Reggio, Coni ed Ussi hanno premiato Nino Barillà attuale vice-campione del mondo di Tiro a Volo

premiazione barillaIl Coni e l’Ussi Calabria hanno premiato Nino Barillà, eccellente atleta di Tiro a Volo che si sta particolarmente distinguendo nella specialità del “double trap”, tanto d’avere conquistato con un paio d’anni d’anticipo la “card” per prendere parte alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. La cerimonia di premiazione si è tenuta nel salone delle conferenze del Coni a Reggio Calabria. L’avv. Maurizio Condipodero, nell’evidenziare le molteplici imprese sportive centrate dal formidabile tiratore originario di Villa San Giuseppe, ha voluto soffermarsi, anche, sulle notevoli qualità tecniche e morali del giovane ingegnere, dimostratosi in grado di competere ai livelli più elevati e al cospetto di qualsiasi tipo di avversario. L’atleta della Marina Militare Italiana, nell’ultimo triennio, si è ampiamente meritato la ribalta mondiale, divenendo un punto di riferimento e una pedina inamovibile della nazionale azzurra guidata dal commissario Mirco Cenci. Il presidente del Coni regionale, nel consegnare al valente campione un artistico trofeo ha espresso la convinzione che Barillà, fra alcuni mesi, saprà portare avanti il ruolo di assoluto protagoniste anche in terra carioca, rinnovandogli l’appuntamento per ulteriori festeggiamenti. Da parte del presidente dell’Ussi Calabria sono stati rivolti ulteriori attesti di stima al formidabile pluricampione, bravo nel regalare ripetute emozioni a tutti quei cronisti che raccontano le sue vicende e all’intero mondo dello sport calabrese che ne apprezza le qualità. Nella motivazione che ha accompagnato la consegna del trofeo dell’Ussi si legge: “A Nino Barillà, che ha tagliato traguardi prestigiosi e non solo nel Tiro a Volo, con l’auspicio che la sua costante applicazione trovi culmine nel successo olimpico. I suoi memorabili trionfi sono già patrimonio della Calabria intera che lo accompagnerà trepidante nell’impegnativa prova di Rio de Janeiro 2016”. Il vice-campione del mondo, dopo avere ringraziato il Coni e l’Ussi, per la notevole sensibilità sportiva fatta denotare nei suoi confronti, ha consegnato due gagliardetti autografati, dono della Federazione Italiana Tiro a Volo. Nino Barillà, che attualmente si trova a Reggio per trascorrere le festività natalizie, già dai primi giorni del prossimo mese di gennaio rientrerà presso il centro federale di Umbriaverde per proseguire la preparazione fisica e tecnica, seguito dallo “staff” della nazionale. Nel primo semestre del 2016, il reggino sarà chiamato ad impegni oltremodo difficili, tra cui la coppa del mondo che si svolgerà in Italia, Dopo di che, nel mese di agosto 2016, sarà atteso dall’Olimpiade di Rio de Janeiro, con l’auspicio che la sua fenomenale “escalation” possa proseguire a fare, così, sognare quanti credono nelle sue eccellenti qualità.