Reggio: anche quest’anno il “Tuffo in mare di capodanno Mimì Fortugno” e tanto altro [FOTO e VIDEO]

44° Tuffo in mare di capodanno “Mimì Fortugno”: si rinnova il consueto appuntamento per i reggini il giorno di capodanno alle 12.00 presso il Lido Comunale. Quest’anno tante le novità, illustrate stamane in conferenza stampa

reggio conferenza tuffo di capodanno (2)Ritorna il Tuffo in mare di Capodanno “Mimì Fortugno” al Lido Comunale di Reggio Calabria. Giunge al suo 44esimo anno uno degli appuntamenti più sentiti e partecipati della città. Sotto il patrocinio dell’amministrazione comunale, associazioni e singoli volenterosi si sono fatti avanti per far proseguire l’evento in ricordo dello storico direttore del Lido Genovese Zerbi: Mimì Fortugno che per anni si è preso cura della struttura, diventandone il simbolo; grande sportivo, distintosi nella marcia, ma soprattutto nel calcio. Fu proprio Fortugno ad ideare il Tuffo in mare di Capodanno: dal 1972 si dà appuntamento ai reggini alle 12,00 del primo gennaio di ogni anno per tuffarsi nelle acque dello Stretto.

“Un gruppo di amici temerari e veterani tuffatori ogni capodanno, mi chiama per organizzare, e non far morire, questo magico evento – trasmette Tonino MassaraRicordo Pino Polimeni, Carmelo Maiolo, Enzo Aricò, Salvatore Mercuri e una volta stabilito di continuare con la tradizione del Tuffo di capodanno, ci hanno supportato Nino Tornatola, Giacomo Misiano e Fortunato Liotta con il prof. Mimmo Albino”. 

“Dei gruppi di questa città si mettono insieme e formano un unico gruppo per il bene comune”, così Massara in conferenza stampa, sottolineando il coinvolgimento nel tradizionale evento dell’Associazione Febiadi e di tutto il suo staff, volano di una manifestazione più ampia: non per niente, quest’anno si snoderanno diversi tipi di “tuffi” nel campo musicale, artistico, culturale, sociale, aggregativo, di solidarietà, “frutto - sempre parole di Tonino Massaradi qualche sacrificio economico e del puro volontariato, che permette di regalare alla città eventi di una certa rilevanza e poliedricità”.

- Il Tuffo della cultura prevede appuntamenti dal 26 al 30 dicembre, rientranti nel progetto Officine Miramare: dalle ore 16.30 alle ore 18.30 cinque autori reggini presenteranno i loro libri dando spunto ad un dibattito pubblico su alcuni temi. Stiamo parlando di Rocco Gatto che il 26 dicembre parlerà del suo “La testuggine di Herman” (per l’occasione sarà presente anche il presidente dell’Ente Parco d’Aspromonte, Giuseppe Bombino); Ilenia Borgia il 27 dicembre con ”Attrazioni Italiane”; Riccardo Consoli il 28 con “Il Castello di Pentedattilo”; Francesco Idotta il 29 dicembre con “Rotte Mediterranee”, ed infine il 30, Giusy Versace con “Maddalena, la forza del destino”.

reggio conferenza tuffo di capodanno (4)“Oltre a ricordare la figura di Mimì Fortugno, con il supporto delle associazioni, abbiamo pensato di arrivare al primo gennaio con una serie di iniziative satellite”, parole del presidente del Consiglio comunale, Demetrio Delfino, che prosegue: “Si parla tanto anche di solidarietà: non per niente, la prossima domenica abbiamo organizzato un pranzo presso il ristorante Wonderland di Gallico, durante il quale saranno offerti 65 pasti alle persone indigenti individuate dalle parrocchie del territorio. Si tratta di un’iniziativa importantissima, che ci dà l’opportunità come amministratori di dialogare con la città e al tempo stesso di conoscere meglio il territorio e le sue esigenze”.

- Domenica 20 dicembre, dunque, si svolgerà questo pranzo solidale; ad individuare i destinatari di tale solidarietà, la parrocchia di Arangea S. Giovanni Nepomuceno e S. Filippo Neri e la parrocchia del SS. Salvatore di Tremulini. La manifestazione si terrà presso il parco giochi Wonderland di Gallico e la sezione “Tuffo nella solidarietà” verrà intitolata al giovane “Vincenzo Bommarito” recentemente ed immaturamente scomparso a soli 23 anni. Prima del pranzo, verrà consegnata una targa ricordo in memoria del giovane Vincenzo con la Benedizione di Don Piero Catalano e alla presenza dell’Autorità cittadine.

Cultura, solidarietà, ma anche arte e musica.

- Diversi artisti per il “Tuffo nell’Arte“, sempre nell’ambito del progetto Officine Miramare, dal 27 dicembre al 2 gennaio saranno i protagonisti di varie esposizioni di pittura, scultura e fotografia, ciascuna ad opera di Daniele Chiovaro, Gianni De Maria, Alessandro Allegra, Paolo Federico, Nuccio Schepis, Basilio Mansueto, Eleonora Barbaro, Pino Arco, Giuseppe Murdaca, Enzo Idà, Alessandra Lo Duca, Bruno Giordano, Emilia Labate, Tiziana Marra.

- Il ciclo di eventi si concluderà il 2 gennaio, con il Tuffo nella musica presso la scalinata del Teatro Cilea, alle ore 18.00, in collaborazione con il Conservatorio Francesco Cilea di Reggio e la Confcommercio reggina.

reggio conferenza tuffo di capodanno (8)“Si risponde con la cultura, con la solidarietà, con l’arte, con la musica alle altrui malefatte”, chiosa Tonino Massara a seguito dell’intervento del presidente Marino, il quale esprime forte solidarietà nei confronti della giornalista Alessia Candito: “solidarietà e rispetto per lei come giornalista e come cittadina”, ha affermato Demetrio Marino. A chiudere i lavori della mattinata, il delegato comunale ai Grandi Eventi, Nicola Paris: “ringrazio le associazioni che hanno supporto l’amministrazione comunale e dato lustro alla città – ha affermato - Da questo si capisce che con poco si può fare tanto: attraverso tali manifestazioni si capisce altresì che se c’è la volontà e le persone giuste si riescono ad organizzare degli eventi dove la gente partecipa”. 

Tra i soggetti che hanno reso possibile il progetto presentato stamane a Palazzo San Giorgio, oltre a quelli già citati, anche ANSMES Assoc. Nazionale Stelle al Merito Sportivo RC, Fiat 500 Club Italia Coordinamento di Reggio Calabria, Gruppo Artistico Reggino, Gruppo Culturale Reggino.