Reggio, aliquota IMU al 6 per mille: ecco l’istanza per l’agevolazione

IMU“Il giorno 16 dicembre scade il termine per il versamento a saldo dell’IMU dovuta per l’anno 2015 e, data l’IMU agevolata deliberata dal Comune di Reggio Calabria, molti contribuenti non sanno se i propri contratti di locazione a canone agevolato consentono effettivamente l’applicazione del 6 per mille al fine di effettuare il conguaglio fra quanto versato a luglio con il 10,60 e quanto versare ora con il 6-. Ci risulta infatti che molti fanno la spola fra la Reges e il Cedir senza assicurazioni certe sul da farsi. Ebbene non solo l’Uppi e le altre associazioni sono disponibili per fornire gratuitamente tutte le informazioni necessarie ma crediamo possa tornare utile la pubblicazione delle allegate guide rapide che facilmente consentiranno di capire attraverso le modalità di calcolo, previste, quale conditio sine qua non, per godere delle agevolazioni, se effettuare il conguaglio al 6 per mille o meno”, lo afferma in una nota Domenico Cuccio, presidente onorario Uppi Reggio. “Peraltro – prosegue- l’istanza con la richiesta della agevolazione deve essere presentata dal mese di gennaio al mese di giugno 2016 per consentire all’ufficio tributi di cogliere le esatte condizioni per assoggettare a giusta aliquota l’IMU nell’intero anno 2015- Le guide rapide che alleghiamo si riferiscono agli accordi territoriali del 1999, del 2004, del 2008 ed infine del 2015 e pertanto è necessario confrontare il proprio contratto con la guida rapida dell’accordo territoriale dell’anno in cui il contratto stesso è stato stipulato. Ricordiamo – conclude Cuccio- che la stipula dei contratti a canale agevolato consente agevolazioni sia al locatore che al conduttore dunque una ampia platea di utenti.

IMU AGEVOLATA (guida rapide 2004, 2008 e 2015)

GUIDA RAPIDA ALLA MODALITA’ DI CALCimu reggio calabriaOLO DEL CANONE DI LOCAZIONE (1999)

- SUPERFICIE CALPESTABILE mq____________
al netto dei muri perimetrali ed interni, con vani accessori (cantine o similari) a servizio indiretto calcolati al 50% se comunicanti e al 25% se non comunicanti; con balconi di pertinenza esclusiva calcolati, se comunicanti, al 30% fino a mq 25, del 10% per la quota eccedente; se non comunicanti del 15% fino a mq 25 e del 5% per la quota eccedente; con area scoperta quale pertinenza esclusiva della singola unità immobiliare calcolata al 10% fino alla raggiunta superficie dell’abitazione complessivamente calpestabile al netto dei muri e al 2% per la restante superficie; per le abitazioni con superficie inferiore o pari a mq 60 si applica una maggiorazione del 10% fino al limite di mq 60-.

- AREE di APPLICAZIONE
ZONA Centrale al mq da € 2,58 ad € 5,16
ambito territoriale fra il torrente Annunziata a Nord e il Calopinace a Sud, la circonvallazione autostradale ad Est, la battigia del mare Ionio ad Ovest;
ZONA Intermedia
tra il torrente Annunziata e il torrente Scaccioti a Nord, fra il torrente Calopinace e il torrente Sant’Agata a Sud, la circonvallazione autostradale ad Est, la battigia del mare Ionio ad Ovest , al mq da € 1,81 ad € 3,62
ZONA Periferica
Tutto quanto non compreso nelle predette zone al mq da € 1,29 ad € 2,58

- TIPOLOGIA ALLOGGIO zona centrale A/4 valore € 2,58, A/3 valore € 3,87, A/2 valore € 5,16
zona intermedia A/4 valore € 1,81, A/3 valore € 2,72, A/2 valore € 3,62
zona periferica A/4 valore € 1,29, A/3 valore € 1,94, A/2 valore € 2,58
- STATO MANUTENTIVO ALLOGGIO
se “scarso” zona centrale € 2,58 – zona intermedia € 1,81 – zona periferica € 1,29
se “ sufficiente” “ “ € 3,87 – “ “ € 2,72 – “ “ € 1,94 se “ buono” “ “ € 5,16 – “ “ € 3,62 – “ “ € 2,58
- STATO MANUTENTIVO EDIFICIO
applicare valori min/max come per stato manutentivo alloggio
- DOTAZIONI TECNICHE
(ascensore, riscaldamento, ecc.)
in assenza di elementi: zona centrale € 2,58 – zona intermedia € 1,81 – zona periferica € 1,29
con un solo elemento: “ “ € 3,87 – “ “ € 2,72 – zona periferica € 1,94
con più elementi: “ “ € 5,16 – “ “ € 3,62 – zona periferica € 2,58
- PERTINENZE
(cantina, box, posto auto, etc.)
applicare valori min/max come per dotazioni tecniche
- PRESENZA DI SPAZI COMUNI
(cortili, giardini, impianti sportivi o ludici)
applicare valori min/max come per dotazioni tecniche

Le unità immobiliari completamente ammobiliate potranno subire nei valori minimi e massimi un aumento del 10%.

(A cura del centro studi Uppi Reggio Calabria)