Reggio: 750°anniversario dalla nascita di Dante Alighieri, l’omaggio dell’Accademia del Tempo Libero

Dante Alighieri750° anniversario della nascita di Dante Alighieri. Anche l’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria ha voluto rendere un doveroso omaggio al Sommo Poeta, unendosi alle iniziative che nel corso dell’anno sono state realizzate in varie città italiane e all’estero. Un’iniziativa molto apprezzata da soci e amici del sodalizio che hanno gremito la sala dell’Auditorium “Zanotti Bianco” per la lectio magistralis di Domenico Minuto. Il professore ha offerto spunti di riflessione innovativi e di alta valenza culturale su tema dantesco. Un’atmosfera magica e coinvolgente è scaturita dal connubio tra musica e poesia, con l’accompagnamento dei Maestri Alessandro Carere (flauto) e Antonella Cernuto (arpa), per l’esecuzione di musiche di repertorio classico e moderno. I soci Giacomo Genovese e Giuseppe Dieni hanno invece prestato la propria voce per la lettura dei canti della Divina Commedia. L’argomento della relazione del professor Minuto si è snodato lungo le direttrici segnate dai termini “folle” e “ardito”, riferiti rispettivamente al contesto del canto XXVI dell’Inferno e XXXIII del paradiso: il primo prefigurante il fallimento del volo di Ulisse, in quanto il protagonista pensa di poter far a meno della Grazia divina ; il secondo preludente un esito positivo del viaggio di Dante in Paradiso, perché voluto da Dio. Nella sua analisi Minuto ha messo in evidenza il significato semantico-figurale della vicenda narrata da Ulisse dove i due movimenti contrapposti – la poppa della nave verso l’alto e la prua rivolta verso il basso- stanno a simboleggiare il senso positivo di salvazione il primo, quello negativo di perdizione il secondo, in base alla valenza che la coppia oppositiva alto/basso ha nella Commedia. Numerose altre citazioni di passi della Commedia, parallelismi interni e con altri testi sacri, sono valsi, poi, a far comprendere meglio il significato del viaggio salvifico di Dante dalle tenebre dell’Inferno alla contemplazione del mistero divino, meta ultima del desiderio dell’uomo, e a rilevare quanto determinate situazioni e certi aneliti siano di pressante attualità. L’evento organizzato dall’Accademia del Tempo Libero, ha centrato il suo obiettivo catturando l’attenzione del pubblico con contenuti di qualità, con una forma comunicativa vincente e con risorse professionali di alto spessore che vivono e operano in questa città. Soddisfatta la presidente, Silvana Velonà, che nel congedare gli ospiti, ha preannunciato i prossimi importanti appuntamenti: il 17 dicembre per il concerto di Natale e il 2 gennaio 2016 per il concerto di inizio d’Anno.