Qualità della Vita, Reggio ultima in classifica. Reggio Futura: “stucchevoli i commenti del sindaco”

Reggio calabria veduta del lungomare dallalto“Stucchevole e pretestuoso, il sindaco Falcomatà, nel commentare la classifica che vede la città di Reggio Calabria all’ultimo posto per qualità della vita e dei servizi offerti. Banale e scontato, il suo trincerarsi dietro la solita, estenuante filastrocca, imparata a memoria come la recita di Natale, dell’aver “ereditato una situazione disastrosa….Reggio è agli ultimi posti da almeno un decennio..”. Basta con questi espedienti infondati e ridicoli: grazie alle tre legislature precedenti, la città aveva raggiunto, nel rating de “Il Sole 24 Ore”, posizionamenti decisamente migliori, come ben sanno i Reggini che per qualche anno percepivano la città come un luogo ideale in cui vivere e la portavano ad occupare posizioni di vertice nella graduatoria del sentimento. Falcomatà, forse, all’epoca, si trastullava ancora con i Lego, ma, oggi, è certo che egli preferisce ignorare i dati oggettivi puntando sulla mistificazione della realtà, così assicurando ipocrita continuità alle nostre latitudini al populismo a convenienza di Renzi”, afferma Reggio Futura per Azione Nazionale. “Già da un pezzo è finito il tempo in cui queste recriminazioni potevano assolvere l’amministrazione in carica dall’inerzia che la caratterizza! Queste scuse -prosegue Reggio Futura- non sono più in grado di fare da scudo all’assenza di progettualità che è il tratto distintivo di un’amministrazione improvvisata ed ormai nota a tutti per l’incompetenza estesa ai più vari settori. Né basterà, al sindaco, completare le opere progettate e finanziate dalle amministrazioni Scopelliti e Arena, dopo averle snaturate: il parco di san Giovannello, pensato come polmone verde della città, per volere dell’attuale amministrazione, si è inopinatamente ritrovato ad essere una distesa di cemento, come già accaduto agli alberi di Viale Boccioni! Servirà molto di più. Ed avverta il pudore, il sindaco -aggiuge Reggio Futura- di non ricorrere ancora alla foglia di fico del piano di rientro e del deficit finanziario del Comune, dato che oltre 2500 città d’Italia vivono in estrema sofferenza economica, eppure garantiscono servizi, manutenzione e pulizia delle strade, puntuale raccolta dei rifiuti e tanto altro ancora senza, peraltro, cercare di fare cassa dispensando indiscriminatamente multe e sanzioni, come invece accade a Reggio per precisa quanto ipocrita volontà politica. E se continuerà a puntare il dito contro qualcuno per nascondere i propri demeriti, sappia, il Sindaco, che ciò è sintomo certo di grande arroganza e scarso senso critico. E questo stesso sindaco dimostra di possedere copiose quantità dell’una e dell’altro”, conclude Reggio Futura.