Presentato a Roma il quarto romanzo del 15enne reggino Mattia Galesi

Reggio, il 15enne Mattia Galesi ha presentato presso il Palazzo dei Congressi di Roma il suo quarto libro “Rodinbecco e il mare di cristallo”

Rondibecco (2)Lo scorso 5 dicembre, il 15enne Mattia Galesi, ha presentato presso il Palazzo dei Congressi di Roma, in occasione della fiera del libro per ragazzi, il suo quarto libro, “Rodinbecco e il mare di cristallo”. Mattia all’epoca della sua prima pubblicazione, all’età di 10 anni, era lo scrittore più giovane d’Italia. Nello stesso anno della prima pubblicazione venne invitato dall’allora Ministro Gelmini, al Quirinale. Mattia frequenta il secondo anno presso il liceo scientifico di Anguillara Sabazia (Roma), dove attualmente vive con la sua famiglia. Pratica il calcio, la scherma ed adora gli animali. Un gruppo di giovanissimi ragazzi, anzi di adolescenti, stanno collaborando, con Mattia, per dare voce e volto a Rodinbecco. Federico pugliese è il disegnatore di Rodinbecco, e il 16enne, Edoardo Giammei, è la voce del personaggio. La storia di Mattia è una storia singolare ma scritta con il cuore di un bambino di 10 anni, che ha trovato nello spartito grafico, del suo quaderno di scuola, un amico che lo ha preso per mano e lo ha fatto sognare, attraverso la forza catartica del sogno e della fantasia che solo i bambini possiedono.

All’eta’ di otto anni accadde nella vita di Mattia, un eveRondibecco (5)nto doloroso. Morì improvvisamente il suo amato compagno di giochi, un criceto dal musetto simpatico e dal nome curioso, Rodinbecco. Lacrime a fiumi per giorni e giorni. Non si dava pace in alcun modo. Qualche settimana dopo Mattia si mise a scrivere su Rodinbecco. E così Rodinbecco e Mattia vissero insieme pericolose avventure, accorrendo in difesa dei più deboli, superando, così, ostacoli di ogni sorta, fra enigmi, filastrocche e parole magiche. Mattia è riuscito a cambiare volto al proprio dolore, che lo aveva reso troppo piccolo. Senza saperlo Mattia ha dato vita ad uno stile letterario misto, un ensamble di fiaba e favola. Inizia ogni storia con c’era una volta e poi la sua fantasia si muove libera fra animali e personaggi umani, fra natura e miti.Nei suoi racconti, il bene vince sempre sul male, dove la violenza e la sopraffazione, capitolano sempre, lasciando solo spazio al bene e alla solidarietà. Mattia attraverso l’arma vincente della fantasia, disegna un mondo migliore per sè e per tutti quei bambini che hanno smarrito le parole.