Pallamano, trionfo in trasferta per la Messana: conferme in vetta alla classifica

Battuto il Meta 2 Badolato: partita dominata nonostante le insidie

hc messana pallamanoIl big match di sabato 5 dicembre tra Meta 2 Badolato e HC Messana non ha deluso le aspettative di chi pronosticava un incontro entusiasmante ed avvincente, una partita strepitosa da parte di tutte e due le squadre che si sono affrontate a viso aperto.

La partita inizia subito bene per l’HC Messana, determinata e concentrata come non mai, che mette subito a segno il primo attacco e si porta sul parziale di 1-4. Partita combattuta con le unghie e con i denti da entrambe le squadre che ribattono colpo su colpo. Le ragazze di Mister Parisio si approcciano alla gara con caparbietà, ma il Meta 2 con grande spirito agonistico si aggrappa alle ospiti, riducendo il gap e mantenendo in equilibrio un ago della bilancia che, tuttavia, pende sempre leggermente dalla parte delle peloritane che mantengono almeno due lunghezze di vantaggio per tutto l’incontro. Ottimo match per le Badolatesi Negoi e Garofalo che mantengono viva la suspense in tutti i tifosi accorsi al palasport di Badolato. Gli animi si scaldano quando le calabresi allenate da Viapiana rosicano qualche altro punto avvicinandosi alle messinesi e dando l’impressione di poter agguantare il pareggio in varie occasioni, ma la Messana resiste. Sciurba e compagne non mollano mai e lottano su ogni pallone, le ragazze di Parisio vogliono a tutti i costi questa vittoria per saldare il loro posto in cima alla classifica. “Ho sempre desiderato una squadra che giocasse con questa cattiveria agonista”, dichiara il tecnico messinese, che continua, “sto lavorando per cercare di trasmettere il mio stile di gioco, pian piano le ragazze stanno entrando in campo con la giusta mentalità, oggi mi aspettavo grande determinazione, ma sono rimasto colpito dalla loro furia inarrestabile”.

Dopo un primo tempo conclusosi 12-16 per la Messana, le peloritane rientrano dagli spogliatoi sapendo che la partita non è ancora finita e che il Meta 2 Badolato – squadra combattiva e di livello – tornerà alla carica. Le calabresi, sostenute dal pubblico amico, accorciano le distanze mantenendo vivo un incontro molto corretto e galvanizzante, fino ad arrivare, al 15esimo del secondo tempo, sul punteggio di 22-24. Il pareggio sembra nuovamente a portata di mano per il Meta 2, ma la forza fisica e mentale di Miladinovic, Luciano e delle sorelle Triolo rimane salda e non cedono nulla alle avversarie. Parisio gioca a scacchi contro Viapiana spostando i pezzi sul terreno di gioco a protezione della porta. La difesa serrata e l’attacco incontenibile delle peloritane spezzano un equilibrio durato fin troppo e, al 20esimo, arriva finalmente il break decisivo, con Sciurba che ripetutamente buca la porta avversaria. Dopo aver dato tutto ciò che poteva, infine il Meta 2 cede di schianto all’impeto travolgente delle messinesi che, come una macchina da combattimento, allungano le distanze fino a giungere al punteggio finale di 27-35 e con un rigore sbagliato a tempo scaduto. Vittoria cercata, voluta e meritata senza ombra di dubbio per la Messana.

La capolista Messana resta quindi in vetta a punteggio pieno, nonostante abbia dovuto rinunciare alla bomber Cannavò, Sanò, Ferrera, Colavecchio, Zanghì e Munafò per problemi lavorativi. Da segnalare anche la distorsione alla caviglia del giovanissimo portiere Scordo, rimediata durante il riscaldamento pre-gara che tuttavia non le ha impedito, con sacrificio, di rimanere in campo per tutta la partita.

Capitan Triolo, a fine gara, ha voluto ringraziare pubblicamente le compagne: “Voglio fare i complimenti a tutte voi per la grande partita, in campo siamo state un bellissimo gruppo, tutte unite per un unico obiettivo. Penso che questa sia stata una delle partite più belle ed intense degli ultimi due anni, dobbiamo solo essere orgogliose di noi. Quando siamo unite nessuno può fermarci, sono felice e fiera di fare parte di questa squadra”.

Le parole del capitano peloritano sono lo specchio di ciò che ha portato alla vittoria le messinesi, in un match insidioso e fuori casa, e contro una squadra agguerrita come il Meta2, anch’essa in lizza per lo scettro di regina del campionato. Le atlete peloritane hanno dimostrato, in campo, di avere un gran cuore, di non cercare alibi… perché quando il gioco si fa duro la Messana comincia a giocare!