Palermo, omicidi e associazione mafiosa: 6 fermi nel clan di Santa Maria di Gesù

Le indagini hanno interessato la famiglia di Santa Maria di Gesù, inserita nell’omonimo mandamento

Ros carabinieriIn corso di esecuzione da parte dei Carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Palermo sei provvedimenti di fermo, emessi dalla Procura Distrettuale della Repubblica di Palermo nei confronti di altrettanti soggetti, accusati a vario titolo di omicidio, tentato omicidio, associazione mafiosa e reati in materia di armi. Le indagini hanno interessato la famiglia di Santa Maria di Gesu’, inserita nell’omonimo mandamento, di cui e’ stato accertato il processo di riorganizzazione interna e la capacita’ militare culminata nell’omicidio di Salvatore Sciacchitano e nel ferimento di Antonino Arizzi. Tra i fermati c’e’ anche uno dei sette ergastolani condannati e poi scagionati dal processo per la strage di via D’Amelio costata la vita al giudice Paolo Borsellino. Si tratta di Natale Gambino finito in cella insieme a Giuseppe Greco, gia’ arrestato e condannato per associazione mafiosa. I due, intercettati, parlano esplicitamente del rinnovo dei vertici dell’associazione mafiosa: avevano organizzato una sorta di campagna elettorale con tanto di voti per eleggere i nuovi vertici nel mandamento mafioso di Santa Maria di Gesù, e per decidere le alleanze e le candidature i boss avevano scelto come luogo d’incontro una sala da barba.