‘Ndrangheta, catturato il super latitante reggino Sebastiano Signati. Era tra i 100 ricercati più pericolosi

Complessa operazione nei confronti della criminalità calabrese da parte della Polizia di Stato di Bologna: arrestato il latitante reggino Sebastiano Signati

LaPresse

LaPresse

Duro colpo alla ‘ndragheta reggina: la Polizia di Bologna ha arrestato in Belgio Sebastiano Signati, boss della ‘ndrangheta, inserito nell’elenco dei 100 ricercati più pericolosi. Il 49enne, latitante di San Luca ritenuto affiliato alla cosca “Pelle Vottari”, era ricercato dal 2004. Con lui arrestate altre 6 persone che avrebbero fatto parte di un’organizzazione dedita al traffico internazionale di cocaina. Per l’accusa Signati avrebbe svolto un ruolo apicale di collegamento tra i narcotrafficanti sudamericani ed i malavitosi calabresi.