Milazzo, Formica mostra le prime carte sulla situazione debitoria del Comune

Centotrentasei passivi sarebbero inesistenti. Restano 5.159 debiti da esaminare

Comune di MilazzoSituazione finanziaria del Comune, il sindaco Formica dopo aver dichiarato nei giorni scorsi che molti debiti del Comune sarebbero inesistenti, nella giornata odierna ha forniti alcuni elementi concreti risultati dalle analisi contabili.

Mi piace essere consequenziale agli annunci che faccio perché non si possa pensare che sono buttati lì per caso – afferma Formica – e così dopo aver chiesto di esaminare i primi debiti del Comune già ‘lavorati’ dagli uffici per iniziare a capire, anzi a comunicare, qual è la situazione trovata, oggi possono fornire il della prima analisi, con la precisazione che il riaccertamento riguarda i Debiti risultanti nel bilancio del comune e non ha nulla a che vedere con i debiti fuori bilancio che sono altra cosa”. Questo il dettaglio fornito dal primo cittadino:

  • Debiti complessivi da esaminare: n. 5.159
  • Totale Debiti risultanti in contabilità: € 49.231.485,81
  • Debito più antico 1992
  • Debito più recente 2014
  • Debiti esaminati: n. 238 per una somma complessiva di € 2.061.745,75

A fronte della verifica richiesta dall’Amministrazione è emerso che 136 sono debiti inesistenti per un importo pari a € 929.998,05, mentre 102 sono i debiti “veri” per un ammontare di € 1.131.747,68. “Dunque – rileva ancora il sindaco – già sulla base di questo parametro verificato risulta una differenza di quasi un milione di euro quantificato e invece non dovuto. Vorrei sottolineare che questa attività, per legge, andrebbe fatta ogni anno entro il mese di febbraio. Noi la stiamo facendo adesso perché il sistema di contabilità è cambiato e bisogna procedere al riaccertamento straordinario. Confesso che lo avrei fatto comunque perché continuo a non spiegarmi come mai su € 45.120.055,42 di debiti sulla carta al 31.12.2011, durante il dissesto siano arrivate ai commissari richieste di pagamento per “soli” € 7.022.371,15”.