Messina, smottamenti in Consiglio. Fenech: via l’ufficio di presidenza

La consigliera accorintiana chiede la testa di Emilia Barrile. Cambiato il clima, bisogna registrare i nuovi equilibri

fenechIn  conseguenza alla formazione  del nuovo gruppo consiliare Grande Sud e del passaggio simultaneo di diversi consiglieri comunali in altri gruppi, gli organi consiliari si ritrovano con una composizione politica completamente stravolta rispetto all’inizio del proprio mandato“. Lucy Fenech, consigliera di Cambiamo Messina dal Basso, preso atto dell’esodo dei genovesiani verso Forza Italia, ha chiesto formalmente un passo indietro ad Emilia Barrile, attualmente presidente del consesso civico, invocando la revoca dell’intero ufficio di presidenza. Le dimissioni, a giudizio della consigliera accorintiana, dovrebbero essere un atto dovuto, ma in assenza di tale sensibilità Fenech e la collega Risitano presenteranno ugualmente una mozione destinata ad andare nella direzione auspicata. “Sono certa - ha concluso fiduciosa l’esponente di CMdB – che i consiglieri Faranda, Cardile, Carreri, Interdonato, Adamo e Perrone, che si sono espressi in tal senso, condivideranno l’iniziativa“.