Messina: il 3 gennaio Domenicalmuseo

museo regionale messinaIngresso gratuito Domenica 3 gennaio 2016 al Museo Regionale.

L’attuale allestimento, che ha sostituito le tavole ed i manufatti di cultura antonellesca in prestito alla Mostra taorminese di Palazzo Ciampoli con alcune opere provenienti dai depositi, è ancora arricchito dalla preziosa selezione ispirata al Natale e ovviamente fruibile fino all’Epifania.

Accanto ai Presepi settecenteschi la splendida statuina dell’Immacolata in argento bulinato e cesellato con il viso e le mani in cera, esempio di committenza privata, alla cui fattura partecipò nel 1794 lo stesso argentiere, un rebus per gli storici dell’arte, di cui al marchio OL non identificato, che lavorò anche alla realizzazione del celebre Vascelluzzo.

Sono esposti anche altri manufatti come il medaglione smaltato documento della oreficeria messinese di primo settecento,  il prezioso manoscritto miniato del 1739 proveniente dalla Chiesa di Santa Maria del Gesù Inferiore Officium in nocte Nativitatis Domini e il Poemetto drammatico Il Natale di Cristo di Antonino Ruffo del 1717 con legatura in pergamena.

Ospite d’onore  invece, dal 17 dicembre e per le tutte le festività natalizie, del Museo Civico di Castello Ursino di Catania la tela del Museo regionale attribuita a Mattia Preti con l’Ambasceria della Vergine databile tra il 1660 ed il 1674.