Messina, goal e spettacolo nel Campionato Provinciale Csen di calcio a 11

PeloritanaIl Campionato Provinciale Csen di calcio a 11 è entrato nel vivo. Ad aprire la seconda giornata di gare è stato il confronto tra il Modef, capitanato da Francesco Giorgio, e l’Accademia Messina. Il match si è concluso con un pirotecnico 4-3 in favore della squadra guidata da Salvatore Beccaria, passata due volte in vantaggio con Silipigni, ma ripresa prima per effetto del tiro-cross di Siracusa e poi per la trasformazione di Cipriano su rigore. Il Modef ha quindi ribaltato le sorti dell’incontro con il 3-2 firmato dallo stesso Siracusa. Nel finale la veemente reazione dell’Accademia ha prodotto la rimonta, con il 3-3 dal dischetto di Cerrito e quindi il gol partita firmato da Bonsignore.

Netta, invece, l’affermazione della Peloritana che con un perentorio 5-1 ha avuto la meglio sull’Ordine dei Commercialisti. Goleada originata dai centri di Gianluca Abatriatico, Nicola Abatriatico, Antonino Mangano, Chillè e Villari. Rete della bandiera di Pagano Dritto. Il Tremonti ha regolato per 3-0 l’Fc Contesse, grazie alle marcature di Corrente, Molonia e Costanzo. In un anticipo della sesta giornata (andato in scena al posto della sfida tra Cosmos e Real Minissale) il Real Minissale ha infine travolto per 6-2 l’Fc Contesse. Sfida già indirizzata nel corso del primo tempo: grandi protagonisti Foti e Felis (doppietta). Nella ripresa ancora Foti, Cosenza su rigore e Guerrini hanno ulteriormente arrotondato il bottino. Per il Contesse, che aveva in precedenza colpito due legni, le reti che hanno ridotto il passivo sono state ad opera di Caratozzolo e Irrera, entrambi a segno dagli undici metri.

Di seguito il programma del prossimo turno: Ordine Commercialisti-Msna Fc; Contesse-Peloro Annunziata; Real Minissale-Modef; Peloritana-Cosmos; Accademia Messina-Tremonti. Per l’Msna, formazione composta da ragazzi rifugiati, minori stranieri non accompagnati ospiti del Centro Ahmed, il 10 dicembre sarà il giorno del debutto in campionato, dopo i rinvii delle partite contro Peloritana e Peloro Annunziata. Segno che lo sport può rappresentare uno strumento fondamentale al fine di favorire l’integrazione sociale.