Messina, basta traccheggiamenti: il Consuntivo va approvato entro fine anno

Dalla Regione arriva il monito: consiglieri costretti all’ennesimo tour de force a causa dei continui slittamenti nell’adozione dell’atto

accorinti e signorinoDaniele Leonelli, commissario ad acta inviato dalla Regione Sicilia per monitorare l’approvazione del bilancio consuntivo 2014 da parte di Palazzo Zanca, ha scandito l’ultimatum: anche quest’anno il consesso civico dovrà celebrare il rito della maratona a oltranza, esitando l’atto entro e non oltre il 30 dicembre, pena la sospensione e/o lo sciogliomento dell’organo elettivo. Tempi risicatissimi, dunque, specie considerando i ritardi maturati dall’Amministrazione, financo nel fornire i chiarimenti del caso al Collegio dei Revisori. Da lunedì, pertanto, si procederà a spron battente, mentre dalla nuova e dura opposizione genovesiana si levano già delle vibranti proteste: si critica, seppur sottovoce, il lavoro svolto dall’assessore Signorino, reo di utilizzare sapientemente i ritardi per mettere gli esponenti consiliari con le spalle al muro, costringendoli a votare sulla fiducia provvedimenti di cui ignorano la portata nel merito. Di là dalle accuse, l’Amministrazione ha meno di una settimana per sciogliere ogni riserva. Mission Impossible?