Marmista trovato morto: è giallo in Sicilia, lite o tentativo rapina?

Una rapina finita male, un omicidio o un evento accidentale: su queste ipotesi gli investigatori si stanno muovendo

cadavere torrente

Varie sono le ipotesi a cui gli inquirenti stanno lavorando per capire le cause della tragica morte di Giuseppe Miceli, 67 anni, marmista, di Cattolica Eraclea, nell’agrigentino. Una rapina finita male, un omicidio o un evento accidentale: su queste ipotesi gli investigatori si stanno muovendo. Sarà comunque l’autopsia, giàpredisposta dal sostituto procuratore di Agrigento Silvia Baldi, a fare chiarezza sulle cause del decesso. I carabinieri della scientifica hanno sequestrato fili elettrici e vari oggetti che saranno, nelle prossime ore, inviati ai Ris di Messina per essere esaminati con attenzione. A ritrovare la salma del marmista è stato il fratello maggiore di Giuseppe Miceli.

Foto di repertorio