L’ultima volta della Reggina a San Siro: 3 anni fa, sotto la neve con Niang decisivo ma appena 200 tifosi ospiti

L’ultima volta della Reggina a San Siro: gli amaranto hanno disputato 21 partite nella Scala del Calcio

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

L’ultima volta che una squadra calabrese aveva messo piede a San Siro prima di ieri sera, risale ad esattamente tre anni fa: era il 13 dicembre 2012 e negli Ottavi di Finale della stessa competizione era stata la Reggina di Dionigi a conquistarsi il prestigioso pass per una serata in vetrina. Quella squadra navigava in fondo alla classifica di serie B e si sarebbe salvata soltanto grazie all’arrivo di Pillon, soffrendo fino all’ultimo minuto di recupero dell’ultima giornata sul campo del Vicenza grazie ad una prodezza del portiere Baiocco. Tante le analogie tra quella sfida e il match di ieri sera: decisivo ancora una volta Niang con il suo ingresso in campo nel secondo tempo.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Anche la Reggina aveva fatto bella figura nei primi 45 minuti di gioco, il risultato all’intervallo era di 0-0 (proprio come ieri sera) e agli amaranto era stato annullato un gol di Bergamelli. Nel secondo tempo la Reggina andava subito sotto con un gol di Yepes dopo 6 minuti (proprio come ieri il Crotone con il gol di Luiz Adriano). La Reggina reagiva, proprio come ieri il Crotone, ma non era in grado di pareggiare e intanto a San Siro iniziava a nevicare. Nel finale i gol di Niang e Pazzini, mentre invece il Crotone con Budimir ieri ha raggiunto i tempi supplementari e s’è visto anche negare un clamoroso calcio di rigore proprio su Budimir (fallo netto da ultimo uomo di Zapata che andava anche espulso) e avrebbe meritato pienamente la qualificazione agli Ottavi.

milan crotone 1 dicembre 2015 coppa italia (11)La differenza più sostanziale tra ieri sera e quel 13 dicembre 2012 era sugli spalti. Ieri gli spettatori erano 10.229, di cui oltre 7.000 tifosi del Crotone. Tre anni fa invece sugli spalti di San Siro c’erano 3.661 tifosi, di cui appena 200 della Reggina. Ma per la Reggina non era la prima storica volta a San Siro: era la 21ª apparizione della squadra di Reggio Calabria nella scala del calcio, dopo le 9 partite contro il Milan in serie A, le 9 partite contro l’Inter in serie A, gli Ottavi di Finale di Coppa Italia contro l’Inter del 4 dicembre 2003 e gli Ottavi di Finale di Coppa Italia sempre contro l’Inter del 17 gennaio 2008. Certamente tre anni fa il grande entusiasmo che riempiva tutti gli stadi d’Italia con i colori amaranto, e trasformava il Granillo nel 12° uomo in campo, era già svanito a differenza di quello che sta succedendo oggi a Crotone, una città di 60.000 abitanti (un terzo di Reggio Calabria) che sta accompagnando con autentica euforia una stagione trionfale. Il grande pubblico di ieri sera a San Siro infatti non è un episodio isolato. Il Crotone allo Scida sta giocando in una bolgia, a differenza degli scorsi anni in cui la media era di 4.500 spettatori. Ecco, invece, i numeri di questa stagione nelle 7 partite stagionali fino al momento disputate in casa (media di 5.500 spettatori):

  • Crotone-Brescia 6.811 spettatori
  • Crotone-Avellino 6.736 spettatori
  • Crotone-Livorno 5.455 spettatori
  • Crotone-Bari 5.261 spettatori
  • Crotone-Salernitana 5.158 spettatori
  • Crotone-Ternana 4.984 spettatori
  • Crotone-Novara 4.052 spettatori

Quella attuale è la 7ª stagione consecutiva del Crotone in serie B, ed è sempre stato un crescendo d’entusiasmo:

  • Crotone – media spettatori stagione 2014/2015 serie B: 4.527 spettatori
  • Crotone – media spettatori stagione 2013/2014 serie B: 4.590 spettatori
  • Crotone – media spettatori stagione 2012/2013 serie B: 3.767 spettatori
  • Crotone – media spettatori stagione 2011/2012 serie B: 3.630 spettatori
  • Crotone – media spettatori stagione 2010/2011 serie B: 3.372 spettatori
  • Crotone – media spettatori stagione 2009/2010 serie B: 4.375 spettatori

I numeri di quest’anno sono già da record e potranno soltanto migliorare.

Ecco intanto le foto di quel Milan-Reggina a San Siro tre anni fa:

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada
LaPresse/Spada
LaPresse/Spada