Locride, continuano le attività preventive svolte dai carabinieri al fine di arginare gli incidenti connessi all’uso dei botti illegali

Spari 2Come in passato, continuano anche quest’anno le attività preventive disposte dal Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzate ad arginare il fenomeno degli incidenti connessi all’uso dei “botti” illegali, soprattutto in occasione del capodanno. Nell’ambito di tale iniziativa, i Carabinieri della Compagnia di Locri hanno già effettuato alcuni incontri con gli alunni delle scuole del comprensorio e, in collaborazione ai colleghi Artificieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, hanno spiegato i rischi connessi con l’uso e l’acquisto di artifizi pirotecnici illegali. Sotto l’aspetto preventivo, invece, i Carabinieri della Compagnia di Roccella Jonica hanno denunciato due giovani – uno di Marina di Gioiosa Jonica e l’altro di Mammola – i quali sono stati trovati in possesso di oltre 60 artifizi pirotecnici di manifattura artigianale, privi del marchio di fabbrica, per un peso complessivo di circa 2 kg.