L’ex Chiesa Matrice al Castello apre le porte al Jazzy Christmas di Roccella Jazz Festival

JS Group PictureSabato 26 dicembre, uno speciale appuntamento con il Jazzy Christmas di Roccella Jazz all’interno dell’incantevole cornice dell’ex Chiesa Matrice al Castello, appena restaurata e aperta per la prima volta al pubblico proprio per l’occasione: il suggestivo concerto di June & The Sionettes Gospel Singers, alle ore 22. Con un mix di musica gospel tradizionale e contemporanea, l’ensemble usa il proprio talento per la preghiera e per diffondere attraverso la musica il nome di Dio. Il quartetto usa il gospel come tramite per ispirare, motivare e trasformare le vite di chi ascolta. Ma non solo gospel il 26 dicembre: dalle 21, la chiesa ospiterà Roberta Alloisio e Xena Quintet che scalderà la scena per il concerto di June & The Sionettes Gospel Singers. Cantante potente e raffinata, Roberta Alloisio è la voce più innovativa e autorevole del repertorio tradizionale ligure. Affiancata da una band con spiccate tendenze etno-jazz, la cantante racconta la sua Genova, porto di parole e di musica, attraverso i temi della tradizione popolare e le canzoni della grande scuola genovese. Imperdibile anche l’appuntamento di Jazz al Convento – proprio all’ex Convento dei Minimi, alle 18 – con il giovane e talentuoso batterista Federico Placanica, che torna a Roccella Jonica, suo paese di origine, dopo una serie di importanti successi e meritati riconoscimenti l’esibizione a Umbria Jazz e una borsa di studio quadriennale in batteria presso il Berklee College of Music di Boston. Gli appuntamenti con il Jazzy Christmas di Roccella Jazz Festival continuano anche il 27 dicembre, tra musica – il Jazz all’Auditorium con Tai Small Crowd – TAI NO-ORCHESTRA e, a seguire l’anteprima europea del nuovo trio di Ches Smith con Craig Taborn e Mat Maneri; il Jazz al Convento con il solo di Filippo Cosentino – la master class per strumenti ad arco di Mat Maneri – e la mostra-concorso fotografico Roccella Jazz Ten Years After.