Lamezia Terme, giovedì workshop sui migranti

Migranti (25)Il 18 dicembre 2015, viene celebrata la Giornata d’Azione Globale contro il razzismo per i diritti dei migranti, rifugiati ed sfollati. Un momento recepito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare l’adozione il 18 dicembre 1990 della Convenzione Internazionale dei diritti di tutti i migranti lavoratori e delle loro famiglie. E’ particolarmente importante, in questo momento storico, celebrare i diritti di uomini e donne che abbandonano la propria terra lasciando tutto per cercare una vita migliore. Uomini e donne che si inseriscono nelle società occidentali svolgendo  qualunque lavoro e contribuendo in modo significativo allo sviluppo delle economie locali. Si trova scritto, infatti, nel Patto europeo sull’immigrazione e l’asilo (2008) che “le migrazioni internazionali sono una realtà che persisterà in particolare finché resteranno i divari di ricchezza e di sviluppo tra le diverse regioni del mondo. Possono rappresentare un’opportunità poiché sono un fattore di scambio umano ed economico e consentono inoltre alle persone di concretare le loro aspirazioni. Possono contribuire in modo decisivo alla crescita economica dell’Unione Europea e degli Stati membri che hanno bisogno di migranti per il loro mercato del lavoro e per  la bassa crescita demografica. Infine, apportano risorse ai migranti e ai loro Paesi d’origine, contribuendo in tal modo al loro sviluppo.” Alla luce di quanto accade è importante, quindi, per le nostre società aprirsi. Permettendo il transito degli esseri umani, e non solo delle merci, questa umanità in movimento non sarebbe costretta ad affidarsi a mafie e trafficanti per raggiungere i nostri territori e contribuire alla realizzazione di una nuova vita per loro e per i territori che li accolgono. I progetti Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) Due Soli e  Luna Rossa di Lamezia Terme e Terre Sorelle di Miglierina hanno organizzato degli eventi per celebrare il 18 dicembre, eventi aperti alla partecipazione della cittadinanza tutta. Sono stati scelti i temi del lavoro e della cultura musicale e culinaria per permettere la conoscenza diretta di queste uomini e donne oggi ospiti nelle nostre città. Il programma prevede giovedì 17 dicembre, dalle ore 10.00  alle 13.00  presso la Sala Sintonia della Comunità Progetto Sud. Via Reillo, 5 Lamezia Terme (CZ) un workshop con i contributi di:

Mor Amar,  rifugiato politico, scrittore, autore del libro “Stronzo Nero”

Marco Ruopoli, presidente cooperativa sociale ” Sophia”

Francesco Carchedi, sociologo ricercatore

Gabriel Maria Sala, antropologo UniVerona

Antonio Marinaro, Sprar di Lamezia Terme

La mattina del 18 dicembre è in programma, presso l’Istituto Comprensivo Manzoni–Augruso di Lamezia Terme, un laboratorio di costruzione di strumenti musicali a cura del bravissimo percussionista africano Seydou Kienou. Nel pomeriggio, a partire dalle 19.00 su Corso Giovanni Nicotera  la cittadinanza potrà partecipare a sessioni aperte di percussioni condotte dall’artista africano.  Dalle 20.15 si potranno gustare piatti tipici preparati ed offerti dagli ospiti internazionali dei progetti Sprar presenti sul nostro territorio.