La destra anti europa e nazionalista vince le elezioni in Francia: la BIOGRAFIA della leader Marine Le Pen

Le elezioni in Francia a circa un mese dalla strage di Parigi vedono la vittoria della destra di Le Pen, arrancano i socialisti di Hollande e anche l’opposizione di Sarkozy resta solo al secondo posto

Marine-Le-PenIn Francia stravince le elezioni regionali il Front National di Marine Le Pen, la pasionaria figlia d’arte, che ha stracciato Hollande e Sarkozy con una campagna elettorale anti europa, nazionalista, a tratti razzista, contro la Nato. I risultati del primo turno comunicati dal ministero dell’Interno dopo lo scrutinio del 98% dei seggi parlano chiaro: il Front National al 27,96%, les Republicains/UDI (centrodestra) al 26,89%, il  Partito Socialista 23,33%, i Verdi al 3,87% ed il Front de Gauche al 2,52%. Il segreto della vittoria sta nella leader Le Pen, politica di razza che fa dell’orazione un suo punto di forza inmprescindibile

CARRIERA POLITICA DI LE PEN

Inizia la sua carriera istituzionale candidandosi alle elezioni regionali del 1998 diventanto per il FN Consigliere regionale di Nord-Pas-de-Calais. Dal 2002 è presidente dell’associazione “Generations Le Pen”, un’organizzazione vicina al FN che mira a promuovere il pensiero e le iniziative di Jean-Marie Le Pen tra la gioventù. Divenuta nell’aprile del 2003 vicepresidente del Fronte, nel 2004 si candidò alla presidenza della regione Île-de-France ed ottenne il 12,3% dei voti, divenendo consigliere regionale. Dopo le elezioni europee del 2004 ha ottenuto un seggio parlamentare a Strasburgo e dal gennaio del 2007 cura la campagna elettorale del padre in vista delle imminenti elezioni presidenziali. Nel luglio 2009 è rieletta Europarlamentare, nella circoscrizione del Nord Ovest. Alle Elezioni regionali francesi del 2010 si candida alla presidenza della regione Nord-Pas-de-Calais, ottenendo il 18.31% dei voti al primo turno e il 22.20% al secondo, quasi a ridosso del rappresentante della coalizione sarkozyana. Dopo queste consultazioni il padre Jean-Marie si congratula pubblicamente con lei e lascia trasparire una possibile successione “in famiglia” alla leadership del FN.Il 16 gennaio 2011, dopo le dimissioni del padre, Marine Le Pen è eletta Presidente del partito con il 67,65% dei voti. La Le Pen si candida alle presidenziali francesi del 2012. Al primo turno ottiene il 17,9 per cento dei consensi, classificandosi al terzo posto, dopo il socialista Hollande e il presidente uscente Sarkozy. Dopo il grande successo alle Elezioni europee del 2014 (primo partito in Francia), nel marzo 2015 guida il Front National al 25,19% alle elezioni dipartimentali mentre i moderati di Nicolas Sarkozy prendono il 29,4% e i socialisti e i loro alleati raccolgono il 21,8%: è il miglior risultato di sempre alle elezioni locali. La settimana seguente però al secondo turno non riesce ad ottenere nemmeno un dipartimento nonostante i tanti voti ottenuti. Di ieri sera invece la grande vittoria.