In Calabria gli incidenti con investimento di pedone sono aumentati del 3,9%

Gli incidenti stradali in generale sono diminuiti del 4,1%. 2013-2014: in Calabria i sinistri con investimento di pedone sono aumentati del 3,9%

PedoniTra il 2013 e il 2014 in Calabria gli incidenti con investimento di pedone sono aumentati del 3,9%, mentre gli incidenti stradali sono diminuiti del 4,1%. La provincia calabrese in cui l’aumento degli incidenti con investimento di pedone è stato maggiore è Catanzaro (123,1%), seguita da Reggio Calabria (18,1%). A Cosenza, invece, vi è stato un calo (-42,5%), così come a Vibo Valentia (-33,3%) e Crotone (-20,8%). L’incidenza degli incidenti con investimento di pedoni sul totale in Calabria era dell’8,3% ed è passata al 9% nel 2014, con una crescita di 0,7 punti percentuali. Sempre tra il 2013 al 2014 in Italia gli incidenti stradali con investimento di pedone sono aumentati del 2,8%, mentre gli incidenti stradali in generale sono diminuiti del 2,3%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati Istat. Già lo scorso anno il Centro Studi Continental aveva elaborato e diffuso i dati sugli incidenti con investimento di pedone dal 2008 al 2013, evidenziando che tali dati erano pericolosamente in crescita nonostante il calo generale degli incidenti stradali. Come si è visto questa crescita è continuata anche nel 2014, ed anche in questo caso è in controtendenza rispetto all’andamento generale degli incidenti stradali. E’ doveroso ricordare che i pedoni sono gli utenti più deboli presenti sulla strada e che per questo devono essere tutelati efficacemente sia con provvedimenti legislativi ad hoc sia con l’utilizzo sempre più diffuso delle più recenti tecnologie di cui i veicoli possono essere dotati, con particolare attenzione ad una frequente e corretta manutenzione di tutti i componenti di sicurezza, in primis gli pneumatici. E’ opportuno, inoltre, che anche i mezzi di comunicazione pongano la dovuta attenzione a questa problematica, con campagne di sensibilizzazione rivolte agli automobilisti per promuovere una maggiore coscienza del problema e favorire una maggiore attenzione a tutela dei pedoni. L’elaborazione del Centro Studi Continental fornisce anche un prospetto regionale dei dati. Ne risulta che tra il 2013 ed il 2014 la regione in cui vi è stato il maggior aumento del numero di incidenti con investimento di pedoni è la Lombardia (+10,6%), seguita da Piemonte (10,4%) e Campania (6,3%). Così come è giusto evidenziare i dati negativi, però, è altrettanto importante rendere note le esperienze positive. A questo proposito è da sottolineare che vi sono alcune regioni in Italia in cui il numero di incidenti che coinvolgono i pedoni fra il 2013 e il 2014 non è aumentato, ma anzi è diminuito. In particolare sono da citare Lazio (-3,9%), Sicilia (-4,4%), Puglia (-5%), Abruzzo (-5,2%), Sardegna (-9,7%), Marche (-10,2%), Valle D’Aosta (-13,5%) e Basilicata (-22%). Nell’ambito della sicurezza stradale, Continental si prefigge un obiettivo ambizioso col progetto Vision Zero, e cioè intende avvicinarsi quanto più possibile a zero vittime, zero feriti, zero incidenti stradali. Continental ha tutte le competenze per avvicinarsi a questo obiettivo, dal momento che conosce in ogni minimo dettaglio l’intero processo di frenata, dal pedale fino al pneumatico, poiché come Gruppo produce tutti i componenti interessati in questo processo. Con lo sviluppo delle auto intelligenti, poi, la possibilità di raggiungere l’obiettivo Vision Zero diventa sempre più tangibile.

Ecco il filmato sulle tecnologie di sicurezza prodotte da Continental a link: https://www.youtube.com/watch?v=sZQVJdca9hg

 tb