Il palazzo ducale di Bagnara catalizzatore culturale dell’area dello Stretto

riunione bagnara 1Incontro istituzionale, questa mattina al Comune di Bagnara, tra il Presidente della Provincia e i commissari prefettizi Antonio Contarino e Maria Cacciola. Giuseppe Raffa era accompagnato dai dirigenti dell’Ente intermedio, Alessandra Sarlo e Piero Praticò. Alla riunione hanno preso parte anche l’ex assessore provinciale Giuseppe Pirrotta, esperto di problematiche metropolitane, e tecnici comunali. Nel corso dei lavori sono state affrontate varie e importanti tematiche riferite alle politiche sociali, ambientali e culturali. Uno degli approfondimenti ha riguardato il torrente Sfalassà per la cui messa in sicurezza è in corso un intervento finanziato dall’Amministrazione provinciale. I rappresentanti dei due enti si sono particolarmente soffermati sul ruolo futuro di Palazzo Ducale Ruffo che, nell’intenzione di Raffa e Contarino, dovrà diventare un catalizzatore culturale dell’area dello Stretto. Per raggiungere questo importante obiettivo è stato deciso di coinvolgere altre istituzioni come la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Sul punto, a breve, sarà convocata una conferenza di servizi i cui partecipanti, d’intesa con il Comune di Bagnara, saranno chiamati a tracciare le linee di sviluppo di questo monumento storico che rappresenta un valore aggiunto del territorio. “L’incontro di oggi fa parte della strategia dell’Ente che presiedo - ha detto Giuseppe Raffa –: proseguire il lavoro sinergico con il Comune di Bagnara che oggi è governato dai Commissari. Il nostro obiettivo è quello di venire incontro ai bisogni dei cittadini, con interventi mirati in grado di aiutare la crescita dal territorio. La discussione avviata con i rappresentanti prefettizi è stata proficua e sono certo che il programma che abbiamo varato darà una mano alla crescita di questa laboriosa comunità ricca di storia e dalle antiche tradizioni culturali”.