Garanzia Giovani: il comune di Reggio cerca soluzioni per attenuare la disoccupazione

Garanzia Giovani si rivolge nello specifico ai giovani non iscritti ad un regolare corso di studi (secondari superiori e universitari) o di formazione e giovani disoccupati/inoccupati

riforma-lavoro-misure-fiscaliInteressante seduta della Commissione Consiliare “Lavoro Sviluppo Risorse U.E.” che recentemente ha invitato il dott Antonio Diano, esperto di fondi comunitari ed in materia di lavoro e formazione di risorse umane, per relazionare sui Programmi Comunitari che l’Unione Europea, attraverso la Regione Calabria, ha avviato per creare prospettive occupazionali anche nel nostro territorio.  Il dott. Diano sollecitato dal Presidente della Commissione – Filippo Quartuccio – ha iniziato il suo intervento parlando di  “Garanzia Giovani” che è rivolto ai giovani tra i 15 ed i 29 anni per consentire agli stessi di ricevere un’offerta qualitativamente valida di lavoro, apprendistato o tirocinio. Garanzia Giovani,  si rivolge nello specifico ai giovani non iscritti ad un regolare corso di studi (secondari superiori e universitari) o di formazione; giovani disoccupati/inoccupati. Il dott Diano, sollecitato anche dai vari consiglieri presenti, ha fornito dati tecnici/operativi e continuando il suo intervento ha elencato le varie azioni di Garanzia Giovani, che prevedono che i soggetti disoccupati presentino istanza di iscrizione al Programma “Garanzia Giovani” al Centro per l’impiego territoriale, con la possibilità per gli stessi disoccupati di manifestare la volontà di essere seguiti da parte di “Agenzie di erogazione di servizi per il lavoro”; I soggetti ospitanti: ossia, imprese, enti pubblici, studi professionali , fondazioni, ecc a loro volta  presentano istanza – anche on line – per ospitare i soggetti disoccupati/inoccupati per i tirocini formativi. I soggetti promotori, ossia le “Agenzie di erogazione di servizi per il lavoro” hanno un ruolo fondamentale per unire domanda ed offerta tra le imprese richiedenti e i disoccupati in cerca di lavoro. Ancora, molto importante entro il 31 dicembre 2015 è l’eventuale assunzione a tempo indeterminato di soggetti iscritti nel programma “Garanzia Giovani” , le aziende interessate ad assumere potranno ricevere sgravi fiscali e contributivi grazie al jobs act (decreto 81/2015) e nel contesto, dalla Regione Calabria, un bonus economico, sottoforma di credito d’imposta, fino ad un massimo di euro seimila per ogni soggetto assunto. Si prosegue con l’audizione e si parla di fondi comunitari, il dott. Diano invita il Comune ad approfittare dei fondi che la Regione metterà a disposizione con il nuovo POR, recentemente rimodulato da parte della Commissione Europea, che vedrà la luce ai primi di gennaio pv. Il dott Diano conclude il suo intervento facendo presente che la nostra regione non ha più alternative. Ci sono i fondi, c’e la cabina di regia che è rappresentata dal Ministero del Lavoro. Gli uffici della Regione, con il coordinamento dell’Assessore Roccisano, stanno attuando un notevole sforzo operativo, attraverso i funzionari del Dipartimento al Lavoro che senza tregua stano cercando di predisporre i bandi di riferimento. Il Presidente – Filippo Quartuccio – a conclusione dell’incontro, di concerto con tutti gli altri consiglieri presenti comunica che il Comune deve avere parte attiva in questa vicenda e reputa la seduta, per gli argomenti trattati molto interessante e ringraziando il dott  Diano fa presente che il Comune incentiverà la comunicazione e l’informazione rivolta ai disoccupati ed alle imprese cittadine per consentire agli stessi di approfittare delle opportunità di “Garanzia Giovani” e dei Fondi Comunitari previsti e per cercare di trovare soluzioni valide e costruttive per attenuare la disoccupazione nella nostra città, creando quel volando di sviluppo sociale da tutti auspicato.