Etna in eruzione, scossa di terremoto 2.7 con ipocentro in superficie: distintamente avvertita nell’area etnea

Terremoto, scossa 2.7 sull’Etna in serata avvertita a Randazzo, Maletto, Linguaglossa, Piedimonte, Milo, Sant’Alfio, Castiglione di Sicilia e molte altre località etnee, soprattutto a causa del suo ipocentro molto superficiale, a meno di 100 metri di profondità

Terremoto EtnaAlle 20:12 di stasera una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 ha interessato il versante nord/orientale dell’Etna, a monte di Linguaglossa e Piedimonte Etneo. La scossa è stata avvertita a Randazzo, Maletto, Linguaglossa, Piedimonte, Milo, Sant’Alfio, Castiglione di Sicilia e molte altre località etnee, soprattutto a causa del suo ipocentro molto superficiale, a meno di 100 metri di profondità. Nel pomeriggio, tra le 15:39 e le 15:55, si erano verificate cinque scosse di magnitudo compresa tra 1.7 e 2.1 nella zona dell’Alcantara, tra Francavilla di Sicilia e Moio Alcantara, a circa 20km di profondità: queste erano state più deboli e profonde, non avvertite dalla popolazione, ma certamente tutte collegate all’attività dell’Etna che continua ad eruttare intensamente con una lunghissima colata lavica fin nel fondo della Valle del Bove.

Qui le immagini in diretta dalle webcam

Fonte MeteoWeb