Crotone: scoperti 2 evasori totali, sottratti al fisco 4.5 milioni di euro

Si tratta di accertamenti effettuati nei confronti di una società che ha operato attraverso una sede fiscale dichiarata nel Nord Italia ed una unità operativa nella provincia di Crotone

Guardia di FinanzaLa Compagnia della Guardia di Finanza di Crotone, nell’ambito dell’attività istituzionale volta alla tutela delle entrate pubbliche, ha recentemente concluso due verifiche fiscali nei confronti di imprese che, pur in presenza di rilevanti operazioni economiche poste in essere, non hanno istituito la prevista contabilità aziendale, omettendo, di conseguenza, gli obblighi di dichiarazione e versamento delle imposte dovute. In un caso si tratta di accertamenti effettuati nei confronti di una società che ha operato attraverso una sede fiscale dichiarata nel Nord Italia ed una unità operativa nella provincia di Crotone. I Finanzieri hanno svolto una complessa attività volta a ricostruire l’effettivo volume d’affari, attraverso l’esecuzione di numerosi controlli incrociati nei confronti sia dei clienti che dei fornitori, individuati attraverso la consultazione delle varie banche dati in uso al Corpo. Il legale rappresentante, infatti, oltre a non esibire alcuna documentazione fiscale/amministrativa, non ha collaborato durante il periodo di esecuzione dell’attività ispettiva, rendendosi irreperibile. Anche l’altra impresa, operante in Crotone nel settore dei servizi (immobiliari), ha omesso sia la tenuta della contabilità sia le previste dichiarazioni annuali.

Guardia di finanzaTramite l’utilizzo delle banche dati, le Fiamme Gialle hanno acquisito i valori concernenti i vari contratti di compravendita posti in essere con riferimento alle unità immobiliari realizzate dall’impresa, per i quali non erano state esibite le relative fatture. Nel complesso, le verifiche fiscali hanno consentito di rilevare la mancata dichiarazione di elementi reddituali per 4,5 milioni di euro, che hanno determinato il mancato versamento di imposte dirette per euro 1,3 milioni e indirette (iva) per oltre 800 mila euro, oltre al deferimento all’A.G. dei rispettivi amministratori per i connessi reati fiscali.

Prosegue l‘attività incessante delle Fiamme Gialle crotonesi a tutela degli imprenditori onesti e rispettosi della legalità, contrastando con tutti gli strumenti a disposizione la sleale concorrenza di coloro che continuano ad operare nel sommerso.