“Come Ginestre” premiata da “Catania al Vertice”

premio-Come-Ginestre-Denise-FrestaÈ stata un successo ieri, all’hotel Sheraton di Aci Castello, la seconda edizione del premio di Catania al Vertice “i nostri campioni”. Molti i grandi sportivi di ieri, oggi e domani che hanno ricevuto il premio da parte del consorzio di 25 società sportive di Catania ed hinterland, che operano nell’ambito di un progetto di collaborazione e condivisione che ha recentemente allargato i propri confini con Palermo al Vertice, con l’obiettivo di coprire tutto il territorio dell’isola. Aperte da un saluto del Presidente del consorzio, Nello Russo, la serata è stata brillantemente condotta dal noto ed apprezzato giornalista Giacomo Cagnes, cui ha fatto da “spalla d’eccezione” Fabrizio Messina, ds del Circolo Canoa Catania. Salutati dagli oltre mille sportivi ed appassionati presenti in platea, primi ad essere premiati gli atleti di “Come Ginestre”, onlus catanese in lotta per il titolo regionale di nuoto paralimpico (la tappa finale avrà luogo domenica 13 dicembre ad Enna) e che sta lavorando, di concerto con la consociata All Sporting ASD, alla creazione della prima squadra di Wheelchair Rugby del sud Italia. Ed è proprio su questi elementi di forza ed ambizione che ha incentrato il proprio intervento il Presidente di Come Ginestre, Salvo Mirabella, che ha accompagnato l’entusiasta “spedizione” in maglia verde, affidata alla sapiente guida del tecnico Prof.ssa Maria Grazia Fiamingo. Il premio è stato consegnato nelle mani della giovane nuotatrice Denise Fresta, che con le sue prestazioni ed i suoi records ha assunto il ruolo di portabandiera della squadra, che della “linea verde” recentemente intrapresa ha fatto un punto di forza.

Appuntamento, quindi, a Enna domenica prossima con l’atto finale del campionato regionale Finp, per poi prepararsi alla presentazione del progetto di Wheelchair Rugby, sport che nasce per dare un vero sport anche ai disabili più gravi. Il progetto ha già ottenuto un primo supporto da importanti sponsors, ed è alla ricerca di un solido supporto economico per consentire il consolidarsi di questa idea innovativa, che porterà a Catania una disciplina spettacolare e dalla rapida crescita a livello globale, con l’opportunità di ospitare anche grandi eventi internazionali, oltre alle gare dei futuri atleti rossazzurri in carrozzina.