Capo d’Orlando, tentato omicidio del rivale in amore: scatta il rinvio a giudizio per un 46enne

L’uomo è accusato di aver percosso l’altro pretendente con una leva di ferro. Lui nega ogni addebito

giustiziaTentato omicidio premeditato: con quest’accusa Agostino Galati, 46enne di Capo d’Orlando, è stato rinviato a giudizio per l’aggressione perpetrata il 4 ottobre dell’anno scorso ai danni di Fabio Calanna, percosso nella propria abitazione con una leva metallica. Galati ha negato qualsivoglia responsabilità a suo carico, ma secondo la tesi dell’accusa alla base del gesto ci sarebbero questioni sentimentali che vedevano contrapposti i due protagonisti della vicenda. Calanna si è ovviamente costituito parte civile.