Bosch Rexroth a fianco dell’Università di Messina per la prevenzione del rischio sismico

Uni MessinaVerrà inaugurato a Messina alla presenza del Ministro dell’Ambiente il Centro ricerche sull’Ingegneria Sismica. Il Laboratorio è stato creato nell’arco di un solo anno grazie alla collaborazione tra i ricercatori del Dipartimento di Ingegneria e gli ingegneri di Bosch Rexroth, che hanno curato la progettazione e la realizzazione dell’intero sistema.
Alla presenza dell’On. Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, martedì 22 dicembre, alle ore 10, si svolgerà la Cerimonia di inaugurazione del Laboratorio C.E.R.I.S.I. , un centro di eccellenza nato dalla coesione di 4 aree della Ricerca scientifica dell’Università di Messina: Scienza e Tecnica delle Costruzioni – Geotecnica – Ingegneria Naval-Meccanica – Scienze della Terra.
Dopo i saluti del Rettore, prof. Pietro Navarra, interverrà il prof. Eugenio Guglielmino, Responsabile scientifico del progetto; nel corso della giornata saranno illustrate le potenzialità del Laboratorio con il contributo dell’Ing. Massimo De Domenico, Direttore tecnico “Fratelli D’Amico Armatori”, del dott. Gianvito Graziano, già Presidente Consiglio Nazionale Geologi, del dott. Alessandro Martelli, Presidente G.L.I.S, del prof. Nicola Moraci, Presidente A.G.I.
Il progetto ha consentito sia il potenziamento dei Laboratori esistenti sia la realizzazione di una nuova sede operativa per l’esecuzione di prove speciali nell’ambito dell’Ingegneria Strutturale e Geotecnica: macchina per prove su dispositivi antisismici, macchina per prove su cavi metallici, tavola vibrante corredata di shear stack per l’esecuzione di prove su modelli in scala ridotta di opere geotecniche.

Nell’ambito del progetto, Bosch Rexroth ha vinto il bando di concorso per l’equipaggiamento tecnico dei tre sistemi di prova e di ricerca indetto dall’Università di Messina. In particolare, Bosch Rexroth ha preso parte alla realizzazione di una tavola vibrante, che consente di simulare il moto imposto in sito da un evento sismico e valutarne gli effetti su modelli in scala ridotta di strutture e infrastrutture. Inoltre, ha realizzato un banco di prova, dedicato al collaudo di una vasta gamma di sistemi di sospensione utilizzati nella realizzazione di grandi infrastrutture, quali ponti sospesi e strallati e le grandi linee di trasporto a fune (funivie, teleferiche, etc.).
Oltre alla progettazione tecnica dell’impianto, l’azienda si è occupata della gestione dell’intero sistema e dell’insieme del coordinamento lavori.