Bari: sequestro beni per oltre 1,2 milioni a pregiudicato andriese

Sequestro di beni riconducibili ad un pregiudicato andriese, DI GIOIA Salvatore di 60 anni

dia-3La Direzione Investigativa Antimafia di Bari ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni per un valore di oltre 1.200.000 euro riconducibili ad un pregiudicato andriese, DI GIOIA Salvatore di 60 anni, più volte arrestato per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine e furti, anche di ingentissimo valore, in diverse zone di Italia e tuttora in regime di detenzione domiciliare.

Il decreto di sequestro, che ha riguardato una società operante nell’ambito della costruzione e riparazione di imbarcazioni da diporto, n. 6 capannoni industriali, un locale, diversi appezzamenti di terreni (ubicati nei comuni di Trani ed Andria), quote societarie, conti correnti bancari e n. 9 autoveicoli di grossa cilindrata, è stato disposto nell’ambito di una misura di prevenzione personale e patrimoniale dal Tribunale di Trani – Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del Direttore della D.I.A., Nunzio Antonio Ferla.

Le approfondite indagini sul patrimonio dell’intero nucleo familiare del pregiudicato hanno permesso di acclarare la sproporzione tra i redditi dichiarati dal DI GIOIA Salvatore e il suo tenore di vita.

Il sequestro dei suddetti beni è stato eseguito con l’ausilio della Polizia di Stato di Andria e della Capitaneria di Porto di Trani.