A Cosenza un convegno sul parco culturale della Sibaritide

SibaritideUna Rassegna e un convegno di studi concluderanno martedì 15 dicembre  alle ore 11,00 presso l’aula consiliare del Comune di Cassano allo Ionio il ciclo iniziale di promozione delParco culturale della Sibaritide. Al  convegno e all’apertura della rassegna, dal titolo “ Memoria e futuro della Sibaritide”, interverranno, tra gli altri: Monsignor Francesco Savino - Vescovo Diocesi di Cassano allo Ionio, Emanuela Greco -Commissario Prefettizio Comune di Cassano allo Ionio, Fernando Miglietta - Architetto progettista e Direttore dei Lavori del Parco culturale della Sibaritide,  Luciano Garella - Ex soprintendente alle Belle arti e al Paesaggio Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone e attuale Soprintendente Belle arti e paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli, Pier Giovanni Guzzo – Archeologo, dell’Istituto nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte - Roma, Sandro Turano - Responsabile Ditta Appaltante, Adele Bonofiglio - Direttrice  del Museo Archeologico di Sibari. Dopo un ciclo di tre conferenze didattiche nelle scuole, la rassegna e il convegno scientifico chiudono il senso della promozione del progetto che prevede, tra gli altri interventi di azioni materiali e immateriali, l’installazione di totem esplicativi presso gli attrattori dei 17 comuni, che  verranno esposti in mostra. “Senza la memoria del passato non esiste il futuro” ha detto Papa Francesco, e su questa scia vuole essere lo sviluppo di questo laboratorio di conoscenza identitaria. La Sibaritide, grazie alla sua qualificata offerta, è in grado di coniugare storia, cultura, ambiente, risorse umane, turismo e tecnologie innovative – ha evidenziato il progettista Arch. Fernando Miglietta, progettista del Parco culturale, e risponde certamente  all’idea di favorire la conoscenza e la riappropriazione della memoria storica come risorsa immateriale su cui costruire lo sviluppo socio-economico. Sarà necessario, allora, scoprire tutti i tasselli che compongono quest’area e ricostruire i segni delle grandi stratificazioni millenarie che la rendono un unicum capace di generare una singolare capacità attrattiva per un’azione integrata di sviluppo”.

 Per saperne di più www.visitsybaris.it