Tutto pronto per la VII edizione di Reggio in Jazz

2 - Takabum (a)Mancano sei giorni alla prima giornata di grande jazz dal vivo, per la settima edizione di Reggio in Jazz che si articolerà in una “48 ore” musicale nella prestigiosa location del Teatro comunale “Francesco Cilea”.

Sabato 28 a esibirsi sul palco di Rij sarà il giovane virtuoso del sassofono Francesco Cafiso, forte di esperienze incredibili e di un consolidato legame con uno dei jazzmen più talentuosi d’ogni tempo, il trombettista Wynton Marsalis; domenica 29 calcherà invece il palcoscenico del “Cilea” Billy Cobham, “il” batterista fusion per antonomasia, fra i più grandi drummer della storia del jazz.

I biglietti relativi ai due eventi sono già disponibili. E’ possibile avvalersi della prevendita on-line collegandosi al sito web www.ticketservicecalabria.it . A Reggio città, questi i punti-vendita già operativi: B’art, sul corso Garibaldi, a lato del Teatro comunale “Francesco Cilea”; Scala Reale, via Stadio A Monte / Trav. 7^. I tagliandi per i concerti di Cafiso e Cobham sono altresì disponibili in tutti i punti Ticket Service.

Ma non è finita qui…

Per la sua edizione numero 7, Reggio in Jazz ha pensato anche a momenti d’intrattenimento pre-concert.

3 - Takabum (b)In entrambe le giornate del fine-settimana, alle 11 del mattino e alle 18 sfilerà invece nel tratto di corso Garibaldi compreso fra piazza De Nava e il Teatro comunale “Francesco Cilea” la Takabum Street Band, giovane e frizzante collettivo “di strada” cosentino capitanato da Giuseppe Oliveto, composto da soli strumenti a fiato e percussioni.

Quel che ne viene fuori è un caleidoscopio di standard jazz statunitensi e di coloratissime esibizioni camouflage, di funky indiavolato, Balkan-sound e musica etnica, di ska giamaicano e del dixieland d’oltreoceano di un secolo fa… Già tante e rilevantissime le partecipazioni a kermesse e festival d’ogni tipo, da Bande a Sud all’apertura dei concerti di Paolo Fresu, Stefano Bollani e Danilo Rea in occasione del Peperoncino Jazz Festival 2012, dal progetto Zagora Moon col cantante e percussionista marocchino Nour Eddine Fatty  a Invasioni. E, nel 2011, l’autorevole riconoscimento del Premio “Mia Martini” quale «progetto più originale del territorio calabrese».

1 - Massimo BarillaSùbito prima dei live del sestetto di Cafiso e del quintetto di Cobham, al “Cilea”, avrà luogo invece Parole in Musica, un inedito e intenso momento che consisterà in letture drammatizzate a cura di Massimo Barilla, appassionato interprete di teatro sperimentale, direttore artistico del Teatro Mana Chuma e dei festival di teatro contemporaneo Destini ClanDestini, MigrAzioni tra terre e mare e Horcynus Festival; tra gli altri lavori, curatore e interprete di I giorni della fera, “viaggio di letture” intorno a temi e figure della celebrata opera di Stefano D’Arrigo Horcynus Orca e interprete e curatore della drammatizzazione della Lunga notte di Medea del grande scrittore, drammaturgo e giornalista calabrese Corrado Alvaro, per la coproduzione Mana Chuma – Parco nazionale d’Aspromonte – Fondazione “Alvaro”; nonché artefice di un’importante collaborazione artistica con Mimmo Cuticchio, moderno cantore dell’ “opera dei pupi”.

Per prenotazioni:

http://www.etes.it/EventiController?az=EventiManager&subaz=viewEventoDesc&titolo=Billy%20Cobham&argomento=43&servizio=9&prodotto=43296